Maratoneta nonostante cancro incurabile

di Valentina Cervelli Commenta

Maratoneta a New York nonostante un cancro al polmone con metastasi giudicato inoperabile quattro anni prima. La malattia sarà pure intenzionata a limitare l’aspettativa di vita del 43enne di Perugia Leonardo Cenci, ma non sta uccidendo la sua voglia di vivere fino alla fine in modo pieno e soddisfacente.

Qualche giorno fa è stato nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente Sergio Mattarella. E grazie ad una forza invidiabile ed alle cure alle quali si è sottoposto ha corso l’ultima maratona tenutasi nella Grande Mela classificandosi al 24.179esimo posto su oltre 50mila corridori. La motivazione dell’onorificenza? Per la ” determinazione e la forza d’animo con cui affronta la sua gravissima malattiaoffrendo agli altri malati un esempio di reagire e di difesa della vita”.

Leonardo Cenci non è solo un esempio di forza di volontà per l’impegno con il quale sta combattendo la sua personale malattia contro il cancro al polmone da quattro anni: è anche il presidente di “Avanti tutta Onlus“, associazione impegnata nella promozione della pratica sportiva nei protocolli di terapia contro i tumori, nell’informare per spingere ad uno stile di vita corretto e sano e favorire campagne di solidarietà per fornire al reparto di Oncologia dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia i macchinari di cui necessita.

Obiettivi giusti e da perseguire. Attualmente in cura con protocolli sperimentali, l’uomo tenta di includere l’allenamento almeno sei giorni su sette nella sua settimana: 5 di corsa ed uno di palestra. Talvolta non sono compatibli con l’effetto degli immunosoppressori e della chemioterapia alla quale Leonardo viene sottoposto. Questo non lo ha portato però ad arrendersi, anzi: l’esercizio lo ha aiutato a rimanere focalizzato ed a stare meglio. E’ una lotta per la vita costante e faticosa. Ma dalla prima diagnosi sono trascorsi 4 anni ed è innegabile che quella del maratoneta è una storia alla quale guardare con attenzione.

Potrebbero interessarti:

Photo Credit | Leonardo Cenci Facebook Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>