Perde una mano, medici l’attaccano alla gamba per salvarlo

di Valentina Cervelli Commenta

Attaccare momentaneamente la mano tranciata di un uomo alla sua gamba per poi reimpiantarla al momento opportuno sull’arto esatto. E’ questo lo strano e scioccante intervento condotto da un gruppo di chirurghi in Cina.

Qualcosa che ha dell’incredibile e che se non fossero state diffuse delle immagini sarebbe stato tutt’altro che semplice da credere. Ad avere questa particolare, seppur funzionale, idea è stato lo staff di medici dell’ospedale Xiangya di Changsha, nella Cina centrale. Una decisione nata per salvare la mano di un uomo rimasto vittima di un grave incidente sul lavoro. Come ha spiegato la Cnn riportando la notizia l’operaio era rimasto vittima di una lama rotante nella fabbrica dove lavorava, riportando ferite gravissime.

E’ bastato un attimo di distrazione e l’uomo ha subito, come anticipato, un trinciamento della mano. Nella sfortuna l’uomo è stato fortunato di aver avuto dei colleghi pronti a soccorrerlo al meglio ed a portarlo al pronto soccorso. Appena arrivato nello stesso il team di chirurgia, una volta visionata la situazione, ha deciso di non riattaccare immediatamente la mano dell’uomo. Ecco cosa ha spiegato il chirurgo che si è occupato dell’operazione, Tang Yuju:

Ci sono grandi rischi nel procedere direttamente con l’operazione al braccio, quando i tessuti mozzati della zona sono molto danneggiati.

E’ per questa motivazione, legata alla necessità di salvare la vita dell’uomo, che inizialmente si è optato per suturare l’arto superiore ed attaccare la mano alla gamba per far si che non la perdesse. Dopo un mese l’uomo, una volta tornati a posto i tendini del braccio ed i vasi sanguigni, è stato sottoposto al reimpianto della mano tranciata. L’operazione è andata a buon fine e per questo motivo è stata resa nota. Ora per l’operaio sarà necessario un lungo periodo di riabilitazione motoria per recuperare completamente l’uso della mano che in modo magistrale ma molto particolare gli è stata riattaccata.

Photo Credits | Morganka / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>