L’uomo con due peni, si tratta di difallia

di Valentina Cervelli Commenta

Un uomo, due peni. Non c’è migliore modo di descrivere la condizione di difallia, malformazione rara ma presente in una persona su cinque milioni salita alle cronache in questi giorni grazie a un ragazzo che non rivelando le sue generalità si fa chiamare in rete Doubledickdude.

Il soprannome scelto da lui per i social network rispecchia perfettamente la sua condizione fisica. La sua storia è stata ripresa nel tempo da diversi giornali e trasmissioni statunitensi ma a dire la verità nulla prepara alla visione delle immagini reali della sua situazione. Sebbene il ragazzo ci scherzi su, la difallia è una condizione che se pur rara si presenta di solito correlata a spina bifida e problemi similari. Secondo la letteratura medica conosciuta la difallia si presenterebbe nel feto intorno alla 23esima e la 25esima settimana di gravidanza, quando a causa di un trauma, uno stress chimico o un piccolo difetto genetico, le cellule che devono andare a “costruire” l’apparato genitale codificano in maniera errata le informazioni portando ad una non corretta crescita della parte.

L’uomo, giunto ad una età più matura, sembra vivere la sua condizione con maggiore savoir affaire rispetto alla sua adolescenza, periodo nel quale aveva pensato di farsi rimuovere chirurgicamente il secondo pene. Onestamente le immagini che lo stesso ha postato online della sua condizione e che per ovvi motivi non possiamo postarvi qui sopra (e che potete vedere sul suo account twitter se interessati – il nick è lo stesso che vi abbiamo indicato sopra, N.d.R) sono incredibili. Entrambi i suoi membri funzionano perfettamente, a livello prettamente anatomico e medico, l’uomo urina da entrambi, i due peni sono collegati ad una sola prostata, più grande di una normale, e la sua produzione di sperma è decisamente più copiosa degli altri uomini a tal punto da ritenere necessaria una eiaculazione giornaliera per evitare problemi. Entrambi i peni vanno in erezione completamente sebbene quello destro sembri essere più sensibile rispetto all’altro.

L’uomo non si fa alcun problema a rispondere alle curiosità di chi gli scrive in rete. Quindi se avete delle domande per lui.. fategliele pure.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>