TAMIFLU Roche (Oseltamivirum fosfato)

TAMIFLU, Roche

CATEGORIA: Farmaci antivirali

FORMA FARMACEUTICA: Polvere e granuli per sospensione orale

PRINCIPI ATTIVI: Oseltamivirum fosfato

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento della sindrome influenzale (Virus A e B) e per la sua prevenzione. Come terapia, ha maggiore efficacia quando il Tamiflu viene assunto nei primi due giorni dalla comparsa dei sintomi influenzali. Il suo utilizzo come prevenzione dell’influenza  essere indicato dal medico e valutato caso per caso, anche in funzione delle circostanze di diffusione del virus e della popolazione che necessita il farmaco. In ogni caso, Tamiflu non sostituisce il vaccino antinfluenzale ed il suo uso deve seguire le indicazioni ufficiali. Infatti, il prodotto va somministrato solo nei casi in cui vi sia l’effettivo rischio di una pandemia oppure il trattamento con altri farmaci non ha dato risultati soddisfacenti.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità all’oseltamivirum fosfato o ad uno dei suoi eccipienti. Gli effetti secondarmi maggiormente riscontrati sono stati nausea, vomito, mal di stomaco e disturbi gastro-intestinali. In alcuni casi si è verificato anche l’insorgenza di bronchite, insonnia e vertigini.

NOTE: Il Tamiflu è stato al centro dell’attenzione per un lungo periodo quando, nel 2005, intere popolazioni, per lo più asiatiche, sono state colpite dall’influenza aviaria. Il farmaco a base di oseltamivirum, infatti, era considerato come possibile rimedio alla pericolosa sindrome influenzale causata dal virus H5N1. Tuttavia, secondo alcuni studi ed il parere di esperti, l’oseltamivitum non è capace di combattere il potente virus dell’influenza aviaria perchè quest’ultimo è un particolare tipo mutante, per cui il trattamento con questo farmaco servirebbe solo a curare alcune manifestazioni della patologia. l’epidemia non è stata l’unica causa della notorietà del Tamiflu, infatti, la FDA, ente americano di vigilanza sui farmaci e la salute, ha lanciato l’allarme per i numerosi e gravi effetti neuropsichiatrici provocati dal trattamento con il medicinale verificatosi sopratutto in Giappone dove Tamiflu è largamente commercializzato. Anche se non è stato ancora individuato un rimedio specifico, Tamiflu può essere impiegato anche per combattere l’influenza suina.

Un altro farmaco antivirale, anch’esso di nuova ideazione, è il Relenza (Zanamivir) capace di combattere i virus influenzali di tipo A e B.

[Fonti principali: AAVV Tamiflu.com, AAVV Xagena.it, AAVV MediExplorer.it ]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.