Sessualità, lacrime donne abbassano chimicamente testosterone

 
Valentina Cervelli
11 gennaio 2011
Commenta

Lacrime e sesso non vanno d’accordo. Quando scherzosamente si dice che quando la donna piange si “abbatte” l’ormone maschile, si va più vicini alla verità di quanto si immagina.

Un team di ricercatori del  Weizmann Institute of Science in Israele ha infatti scoperto che nelle lacrime delle donne vi è un recettore chimico in grado di far abbassare il livello di testosterone nell’uomo. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista “Science”.

L o studio ha analizzato chimicamente il liquido in questione prodotto dagli occhi delle donne in diversi momenti ed in base a differenti stati d’animo. Si è notato che quando la lacrima è prodotta da una donna colta da tristezza, l’uomo riesce a “fiutare” questa tipologia ed a prescindere dall’impatto visivo, calano sia l’eccitazione sessuale che il testosterone. Effetti non permanenti, ma che prendono la funzione di “semaforo” delle donne, nei confronti della focosità dell’uomo.

Gli scienziati hanno raccolto, attraverso dei tamponi, direttamente dalle guance delle donne, le lacrime piante dalle stesse. Il materiale raccolto è stato sottoposto agli uomini, in alternativa, a modo di effetto placebo a della soluzione salina. Si è chiesto a questi ultimi di annusare i due tamponi. Sebbene nessuno dei volontari sia stato capace di riconoscere la differenza dei liquidi a livello olfattivo, ogni volta che annusavano le lacrime femminili, i livelli di testosterone scendevano.

Come sottolinea Noan Sobel, ricercatore che ha condotto lo studio:

Questo esperimento ha aperto miliardi di domande. Purtroppo molte più domande che risposte. Il sistema emozionale umano potrebbe non essere così unico, dopo tutto.

Al momento sono state sottoposte allo studio solo le lacrime appartenenti a persone di sesso femminile, ma dati i risultati ottenuti, gli scienziati non escludono che anche quelle degli uomini e dei bambini possano contenere dei “ messaggi subliminali” di tipo chimico, come riscontrato nella ricerca. Quasi sicuramente con effetti diversi.

Il perché le lacrime prodotte da una irritazione oculare abbiano diversa composizione da quelle emotive è un fattore ancora da comprendere: da studi correlati sembrerebbe però  che anche nelle specie animali accada qualcosa di similare, anche se con segnali chimici differenti.

Testosterone alto nelle donne: sintomi e cure

Andriol Organon Italia (testosterone)

Lacrime di gioia, la scoperta di Frey

Lacrime, psicologia del pianto

Sexsomnia, fare sesso nel sonno e dimenticarsene

Fonte: Giornalettismo

Articoli Correlati
YARPP
Testosterone alto nell’uomo? Maggiore la voglia di “sesso sicuro”

Testosterone alto nell’uomo? Maggiore la voglia di “sesso sicuro”

Quando si parla di sesso, quello della prevenzione  deve essere il pallino principale di ogni uomo o donna che intenda impegnarsi in tale e piacevole attività. Sia per ciò che […]

Testosterone: basso negli uomini dopo la paternità

Testosterone: basso negli uomini dopo la paternità

Padri amorevoli?  Testosterone basso. E non stiamo parlando di effetti a livello sessuale: va sottolineato prima che qualcuno leggendo possa avere dubbi sulla propria virilità. Qui si parla di calo […]

Testosterone alto nelle donne, figli più intelligenti

Testosterone alto nelle donne, figli più intelligenti

Il testosterone alto nelle donne non aumenta solamente l’empatia nelle stesse, ma rende in generale i futuri adulti da loro concepiti decisamente più intelligenti della media.  Una scoperta davvero curiosa, […]

Testosterone alto nelle donne: sintomi e cure

Testosterone alto nelle donne: sintomi e cure

Avere livelli di testosterone alto è un disturbo ormonale più comune di quello che si possa pensare. Conosciuto per la sua funzione nel corpo maschile e le storie sulla sessualità […]

Il testosterone crea sfiducia ma gentilezza nelle donne

Il testosterone crea sfiducia ma gentilezza nelle donne

Il testosterone è l’ormone tipicamente maschile, spesso visto in competizione con gli ormoni femminili come gli estrogeni, i quali rendono le caratteristiche sociali (oltre che fisiche) differenti tra i due […]