Conosciamo meglio i FANS

di liulai Commenta

Se ne parla spesso, sui gior­nali e sulle riviste. Eppure non sono poche le doman­de che ancora oggi si rivolgono al farmacista: perché si usano i Fans, come prenderli, quali sono i loro effetti collaterali e altro an­cora. Una fame dì informazioni che cresce di pari passo con la consapevolezza che la salute, e quindi la sua gestione, deve esse­re un processo partecipato e condiviso tra i cittadini e i camici bianchi. Sono pochissime, al  giorno d’oggi, le persone che non vogliono conoscere e capire il “dietro le quinte” del mondo medico. Ecco quindi una breve carrellata dei principali dubbi sui Fans, sigla che sta per Farmaci antinfiammatori non steroidei, molecole tra le più usate al mondo.

A che cosa servono? Le attività principali dei Fans sono tre: antinfiammatoria, antidolorifica e antipiretica. La prima indica la capacità di spe­gnere l’infiammazione, un pro­cesso che si innesca ogni volta che l’organismo percepisce un pericolo, come la presenza di una sostanza estranea, virus, bat­terio o altro ancora. Anche se è un utile meccanismo di difesa naturale, l’infiammazione porta con sé una serie di sintomi e di­sturbi parecchio fastidiosi. I Fans li stroncano sul nascere, intervenen­do sugli enzimi chiave del processo infiammatorio.

Uno dei sintomi, il più fastidioso, su cui essi agiscono efficacemen­te, è il dolore. Da cui la seconda proprietà dei Fans. Sono antido­lorifici, non soltanto perché bloc­cano il processo infiammatorio, che di per sé provoca il dolore, ma anche perché alcuni di essi, come per esempio l’acìdo acetil­salicilico, agiscono sulle aree del cervello coinvolte nella percezio­ne del dolore con un meccani­smo diverso.

Infine, abbassano la febbre. Al­cuni Fans, come il paracetamolo, sono più antipiretici di altri. In tutti i casi, intervengono sull’i­potalamo, il centro cerebrale che controlla la temperatura corpo­rea, riducendo la febbre.

Quando vanno presi? In generale, i Fans si assumono ogni volta che serve un’azione antinfiammatoria, antidolorifica e antipiretica. Nella vita di tutti i giorni vanno presi in caso di: mal di testa, mal di denti, dolori me­struali, faringite, mal di schiena, artrite, artrosi, artrite reumatoi­de, dolore post operatorio, feb­bre e attacchi gottosi. Queste sono le loro indicazioni.

A volte, per comprare un Fans ci vuole la ricetta. Poi però la stessa molecola è venduta come farmaco da banco perchè lo stesso farmaco può essere soggetto a ricetta medica oppure venduto senza obbligo di ricetta . Molti Fans sono disponibili in varie forme farmaceutiche (capsule, compresse, sciroppi, suppo­ste, bustine, fiale iniettabili, colli­ri, creme, gel, unguenti). Le forme iniettabili si acquistano soltanto con ricetta medica. Al­cuni sono rimborsati dal Servizio sanitario nazio­nale.

Come tutti i farmaci, vanno as­sunti alla minima dose efficace per il proprio problema. Inoltre, la durata della terapia deve esse­re la più breve possibile. In que­sto modo si limita il rischio degli effetti collaterali. Per dosaggi particolari si può sempre chiede­re al farmacista un consiglio per­sonalizzato. Se il medico li pre­scrive per un periodo di tempo lungo è bene eseguire analisi del sangue periodiche. È fondamen­tale attenersi sempre alla dose prescritta e rispettare le modalità di assunzione indicate.

Fonte http://www.consumercare.bayer.it/ebbsc/export/sites/cc_it_internet/it/Sapere_and_Salute/articoli/Febbraio_2010/03_Cosmesi.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>