Blocco crescita in altezza bambina, quali cause?

di Cinzia Iannaccio 0

Richiesta di Consulto Medico
Maria Pia è nata il 9 gennaio del 2003. All’età di 7 anni sospetto pubertà precoce per via del bottone mammario e per via di alcuni analisi alterati di cui ft3 alto che persiste ancora tutt oggi, mi avevano ordinato cura ormonale che non è stata mai iniziata perché ero contraria. Oggi la bambina a 12 anni il 31 gennaio del 2014 gli e arrivato il primo ciclo scarsissimo della durata di due giorni; si è ripresentato il 22 febbraio, l’ 11 marzo ed il 30 marzo sempre scarsissimo e di durata di due giorni, aprile maggio e giugno ancora nulla… eseguita ecografia pelvica: utero volume regolare, ovaie regolari di tipo microcistico e non so se è questa la causa del ciclo scarsissimo in quanto io mamma soffro di ovaie micropolicistiche dalla nascita. Analisi del sangue fatte in questo periodo risultano alterati i seguenti valori: igf1 562 gh 22 ft3 6.82 ft4 tsh ana ena cortisolo prolattina e altri esami immunologici negativi…. Ecografia tiroidite regolare… Rm sella turcica regolare Radiografia polso corrisponde all età ecografia.  Quindi non capisco perché mia figlia ad oggi non cresce di altezza; al momento è di 1.50 statura madre 162 statura padre 158… e quei valori alti che non si capisce la motivazione….mi aiuti a capire la prego.

 

 

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche
Tipo di Problema blocco crescita bambina

 

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per appuntamenti Email: [email protected] Segreteria cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81. Si prega di utilizzare il numero telefonico ESCLUSIVAMENTE per appuntamenti e non per richieste di ulteriori consulti.

 

Salve, un valore alto di ft3 senza alterazione del tsh fa sospettare un errore di laboratorio senza alcun significato; nel 99% dei casi il tsh dovrebbe essere più basso della norma con un ft3 alto. quindi il consiglio è di ripetere i dosaggi in un centro di eccellenza  (presidi ospedialieri o grossi centri di analisi).

Per il resto la storia è molto poco chiara e noto molta confusione ed ansia da parte sua e dei colleghi.

La presenza di un bottone mammario non indica una pubertà precoce se essa non è accompagnata da indagini di laboratorio specifiche ( FSH e LH alto per età) e presenza di altri caratteri sessuali secondari quali peluria su pube ed ascelle. Ora è più che normale che la ragazza abbia un ciclo irregolare o scarso perchè ancora non matura sessualmente così come la presenza di cisti può di fatto essere un reperto occasionale che tende a sparire con la crescita. Le ovaie policistiche non si ereditano ma si sviluppano in seguito a vari fattori sia interni (deficit di conversione degli estrogeni) sia esterni quali alimentazione errata,  sovrappeso ecc. Il suo obiettivo genetico di altezza è di 150-160 cm (data l’altezza dei genitori ndr) con un valore medio di 155 cm quindi già attualmente lei ha raggiunto il suo obiettivo genetico e comunque dovrebbe crescere altri 2-3 cm arrivando quasi al suo obiettivo medio. Vista l’altezza dei genitori non si può pretendere che essa cresca di più.

Può solo farla stare tranquilla e sfruttare al massimo la sua genetica con attività fisica 3 volte a sett. per almeno un’ora ed una corretta alimentazione priva di zuccheri semplici e grassi saturi ricca in frutta e verdura e ricca in proteine del pesce della carne bianca e delle uova

Cordiali saluti

 

 

 

 

>> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post:

Bassa statura bambino, consigli per stimolare la crescita

Bassa statura, rimedi, test e dieta per crescere dopo i 16 anni

 

 

 

 

Per altri consulti visita la nostra pagina specifica: “Chiedi all’esperto: Consulti online su Medicinalive

E’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Foto: Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>