Curva prolattina valori normali e quando farla

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico
Buonasera dottore ho ritirato stamattina il risultato della curva della prolattina tempi 0- 15 -30- 60- 90 volevo sapere se i valori sono nella norma grazie. tempo 0 15,10 15 minuti valore 9,50 30 minuti valore 10,90 60 minuti valore 7,20 90 minuti valore 5,50.

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche
Tipo di Problema chiarimenti curva prl (prolattina alta) valori normali

 

 

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per appuntamenti Email: [email protected] Segreteria cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81. Si prega di utilizzare il numero telefonico ESCLUSIVAMENTE per appuntamenti e non per richieste di ulteriori consulti.

 

Salve, stia tranquilla i valori sono perfettamente normali. Cordiali saluti.

 

>> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

Per comprendere meglio il quesito, cerchiamo di capire a fondo cos’è la prolattina, quali sono i valori normali di riferimento, e cosa significa se questi sono alti o bassi.

 

Valori di riferimento prolattina

Nelle donne il valore di riferimanto che stabilisce una prolattina normale oscilla tra i 2 ed i 29 ng/ml; le concentrazioni di questo valore aumentano in gravidanza e diventano “normali”, fisiologici tra i 10 ed i 209 ng/ml (valore che si può raggiungere tra il 6° ed il 9° mese).

Negli uomini il range va da 2 a 18 ng/ml.

 

Cos’è la prolattina

La prolattina è un ormone che viene prodotto dall’ipofisi: è legata allo sviluppo del seno e alla produzione di latte materno. Nelle donne che non allattano (e negli uomini) i suoi valori possono cambiare quando l’organismo è sottoposto a particolari stimoli, specie se correlati alla dopamina. Tra questi troviamo lo stress, alterazione del sonno, aumentato esercizio fisico, stimolazione del capezzolo (come quella del neonato con la suzione, ma anche in seguito ad altre sollecitazioni), rapporti sessuali o ipoglicemia.

 

Prolattina alta

Quando i valori della prolattina sono alti le cause più comuni da non trascurare sono le seguenti:

  • Adenoma ipofisi (per lo più nelle donne)
  • Problemi dell’ipotalamo
  • Ipotiroidismo
  • Insufficienza renale

Può comportare alterazione del ciclo mestruale, calo del desiderio sessuale, infertilità, impotenza, ipogonadismo, produzione di latte (anche senza aver partorito o senza gravidanza), ginecomastia (nell’uomo).

 

 

Prolattina bassa

Quando i valori di prolattinemia sono bassi si parla di ipoprolattinemia: può essere causata da ipopituitarismo.

 

Curva prolattina quando farla

La curva della prolattina (o curva basale della prolattina) misura i valori di questo ormone nell’arco di un’ora e trenta circa. Si esegue in genere una media dei valori risultanti. Dopo il primo prelievo (basale, se ne ganno in genere altri 3 a distanza di 15 -20 minuti. Serve per individuare eventuali problematiche sopra descritte e /o quando il singolo prelievo riporta un valore dubbio. Preferibilmente nella donna la prolattina va misurata lontano dal ciclo mestruale, meglio se quando questo è appena finito. Optare per un laboratorio dove si mette un ago cannula per i vari prelievi (ovvero in modo da fare un unico buco/ iniezione) è altresì auspicabile, onde non alterare i valori con lo stress da prelievo o di ricerca della vena con l’ago come a volte può capitare: fondamentale dunque anche affidarsi ad un lavoratorio con personale esperto.

 

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post su argomenti simili

Prolattina alta: sintomi e cure

Prolattina alta negli uomini

Ipotiroidismo e prolattina alta, quale cura?

Prolattina alta, microadenoma o pillola la causa?

 

 

 

 

Per altri consulti visita la nostra pagina specifica: “Chiedi all’esperto: Consulti online su Medicinalive

E’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

 

Foto: Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>