Ipotiroidismo o ipertiroidismo e perdita di peso

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico
“Salve, ho 28 anni, altezza 165 cm. Premetto che sono stata sempre magra. Il mio peso massimo è stato 54 kg (circa 8 anni fa). Sono a conoscenza, che il suo giudizio, non esclude il parere di uno specialista di presenza, ma vorrei poter avere solo un vostro parere su cosa potrebbe essere e come comportarmi. Adesso, per un eccessivo dimagrimento, aggiungo “veloce”, peso 46 kg, ho fatto le analisi al sangue per la tiroide. Sbaglio o dovrei avere l’IPERTIROIDISMO? Dalle analisi, il risultato è l’esatto opposto, ovvero IPOTIROIDISMO. I risultati sono i seguenti: THS: 4.93 (Val.Min 0.40 – Val.Max 4.00) FT4:: 0.97 (Val.Min 0.70 – Val.Max 1.70) FT3: 2.64 (Val.Min 2.00 – Val.Max 4.90) Grazie mille.”.

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche
Tipo di Problema TIROIDE

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per contatti diretti Email: [email protected] cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81.

“Salve, attualmente lei non è nè ipertiroidea nè ipotiroidea, ha solo una tiroide leggermente pigra che attualmente è stata rallentata molto probabilmente dal dimagrimento. Ciò non esclude che nei mesi passati la ghiandola non abbia prodotti più ormoni determinando un transitorio periodo di ipertiroidismo che in parte potrebbe spiegare un calo di peso.

Potrebbe essere affetta da tiroidite autoimmune che spesso si manifesta proprio con un periodo di ipertiroidismo seguito poi da una fase di eutiroidismo ed eventuale fase finale di ipotiroidismo. Le consiglio di dosare anticorpi AbTpo e AbTg e di fare un eco collo e tiroide.
Rimane comunque il fatto che un dimagrimento può essere dovuto a molti fattori, da condizioni comuni quali le modifiche dei ritmi di vita, delle abitudini alimentari o a stress, oppure a malassorbimenti secondari a periodi di diarrea oppure ad altre cause internistiche. Faccia gli esami indicati e si rechi da uno specialista; rimane il consiglio che attualmente la sua condizione è normale e non richiede trattamento. Cordiali saluti”.
Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>