Menopausa precoce: cause, sintomi, diagnosi

di Valentina Cervelli 1

 La menopausa precoce colpisce circa il 4 % della popolazione femminile. Normalmente il numero di ovuli presenti nelle ovaie delle donne è sufficiente a coprire 40 anni di vita delle stesse, rendendole fertili a lungo, partendo dalla pubertà fino ad arrivare ai 50 anni ed oltre.

Si parla di POF (acronimo di menopausa precoce, n.d.r.) quando le mestruazioni cessano di presentarsi molto prima della naturale loro cessazione, talvolta anche prima dei quarant’anni.

Ed a meno che non dipenda da una asportazione chirurgica delle ovaie, la causa delle mancate mestruazioni deve essere cercata a livello fisiologico.

Si tratta di un problema che comporta con la sua comparsa diversi disturbi nella donna. Cerchiamo di capirne le cause, analizziamone i sintomi e scopriamo se si può fare qualcosa a riguardo.

I fattori che possono scatenare la menopausa precoce sono molti. Partendo da una disfunzione della attività ovarica. In questo caso può trattarsi di un danno occorso quando la donna era molto giovane e passato inosservato. O ancora può essere direttamente causato da alcune malattie definite autoimmuni, quindi causate da uno scorretto funzionamento del sistema immunitario. Parliamo quindi di diabete,e ipoparatiroidismo. Ed ancora vitiligine, lupus, insufficienza renale ed anemia perniciosa. Non va sottovalutato nemmeno il ruolo di una possibile artrite reumatoide nella scomparsa precoce del ciclo mestruale.

Ma anche la chemioterapia e la radioterapia possono portare ad una fine precoce dell’età fertile femminile. Possibili cause possono essere riscontrate in problemi genetici come la Sindrome di Turner e la sindrome di Swyer.

Tute patologie dal forte impatto sull’organismo. Ma come ci si accorge di essere entrati precocemente in menopausa? Quali sono i sintomi?

Essenzialmente si tratta di piccoli disturbi registrabili naturalmente in menopausa, ma che devono far scattare l’interruttore se si presentano prima del tempo. Insonnia, vampate di calore, ipersudorazione nottura, e cambi d’umore. Senza contare poi un forte calo della libido. Tanti piccoli tasselli che compongono un quadro più completo. Ai quali si aggiunge ovviamente una forte irregolarità del ciclo mestruale.

La menopausa precoce deve essere presa in considerazione come una malattia endocrina. I disturbi patologici che comporta, come l’osteoporosi e d un maggiore rischio di malattie cardiache, debbono essere tenuti sotto stretto controllo medico. Purtroppo si tratta di una patologia che non può essere prevenuta, ma si può sempre prenderla in tempo affinché non diventi troppo “lesiva”.

Articoli Correlati:

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>