Ipotiroidismo sub clinico gravidanza e tirosint? Endocrinologo risponde

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico
Buongiorno e scusi il disturbo, avrei bisogno di un suo parere se è possibile. Sono una ragazza di 38 anni alla prima gravidanza. Il 03/12/2014 – 8^sett. gestazionale Tsh 4,81 – Ft4 9,9 – Ft3 4,9…..mi hanno fatto ripetere analisi e…. il 17/12/2014 – 10^sett. gestazionale Tsh 6,67 -Ft4 9,8 risulto inoltre NEGATIVA agli anticorpi antitiroidei, l’ecografia NON rileva noduli e forma regolare. Prescrizione inizio terapia 50microgr. tirosint una al giorno……dopo circa un mese ripeto le analisi e….. il 23/01/2015 – 15^+6 sett. gestaz. Tsh 3,23 – Ft4 11,3 – Ft3 4,10 Mi danno molti pareri diversi lei cosa pensa? Quali sono i valori rischiosi per il feto? Crede che rischio l’assunzione della pasticca anche dopo la gravidanza? E’ necessario assumerla per 9 mesi anche se il bimbo avrà la sua?

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche
Tipo di Problema ipotiroidismo subclinico in gravidanza

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per contatti diretti Email: [email protected] cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81.

“Salve, l’aumento del tsh senza alterazione di ft3 e ft4 è una condizione fisiologica in gravidanza per le maggiori richieste metaboliche dell’organismo che il corpo tende a compensare stimolando la tiroide e producendo più tsh. Tutti i valori indicati non sono a rischio per il feto poichè gli ormoni prodotti dalla tiroide sono nella norma e sufficienti a sostentare lei e il feto. Inoltre alla 12 sett il bimbo incomincia a produrre i suoi ormoni. Non so dirle cosa accadrà dopo il parto ma non penso sia costretta ad assumere la compressa visto i valori e l’assenza di patologie: con questi valori non è strettamente necessario prenderla ma per una maggiore tranquillità conviene assumerla per poi tentare di sospenderla subito dopo il parto. Cordiali saluti”.

>> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

 

 

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:

 

 

non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Photo Credits | KAMONRAT / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>