Nausea mattutina in gravidanza: nascituro depresso?

di Valentina Cervelli 1

 Soffrire di nausee mattutine nel corso della gestazione è un disturbo che ogni donna mette in conto come una sorta di “effetto collaterale” della gravidanza. Ciò che non si sapeva fino ad ora è che questa fastidiosa sensazione di nausea che colpisce alcune donne in attesa potrebbe portare a conseguenze negative sulla vita del nascituro che secondo i ricercatori della Geffen School of Medicine dell’UCLA potrebbero avere maggiore facilità a sviluppare dei disturbi mentali.

Si tratta di una conseguenza davvero sgradevole ad un disturbo di per se già inficiante la qualità della vita della gestante. Secondo gli scienziati, i bambini le quali madri durante la gravidanza soffrivano di iperemesi gravidica, conosciuta sotto l’acronimo HG ed indicante una forma particolarmente grave di nausea mattutina, avevano maggiori possibilità di sviluppare malattie mentali come il disturbo bipolare, la depressione e stati d’ansia.  Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Developmental Origins of Health and Disease.

Quel che molti non sanno è che questa particolare sindrome tipica dell’1% delle donne rimaste incinte, talvolta può raggiungere delle forme davvero estreme  che possono arrivare a richiedere il ricovero in ospedale. Questo disturbo differisce dalle nausee mattutine per una maggiore forza dei sintomi. Come spiega la dott.ssa Marlena Fejzo,  una delle autrici dello studio:

Anche se l’iperemesi gravidica può essere una forma di inedia e disidratazione in gravidanza, nessuno studio prima di questo è stato fatto per determinare gli effetti a lungo termine che essa ha sul bambino non ancora nato che ne viene esposto.

Ed aggiunge:

L’HG è una condizione poco studiata e sotto trattata della gravidanza che può provocare non solo problemi a breve termine sulla salute fisica e mentale materna, ma può avere anche conseguenze per tutta la vita sul feto esposto.

Per provare tale assunto sono state sottoposte ad un esame approfondito circa 150 madri che nel corso della gestazione erano state colpite dall’iperemesi gravidica ed attraverso i dati raccolti non solo si è scoperto che tale patologia è spesso ereditaria e che chi la presentava in famiglia aveva 17 volte di più la probabilità di svilupparla ma che il 16% dei bambini nati da madri con Hg aveva sviluppato  dei sintomi depressivi ed l’8% il disturbo bipolare contro rispettivamente il 3% ed il 2% del gruppo di controllo.

Articoli Correlati:

Nausea, curarla con l’aromaterapia

Nausea in gravidanza: consigli per stare meglio

Fonte: JDOH

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>