Scrofola

di Marco Mancini 1

Scrofola

La scrofola, chiamata anche adenite tubercolare, è un’infezione tubercolare della pelle del collo.

CAUSE: La scrofola negli adulti è spesso causata dal batterio Mycobacterium tuberculosis. Nei bambini, di solito è causata da Mycobacterium avium o Mycobacterium scrofulaceum. L’infezione da micobatteri è in genere causata dalla respirazione di aria che è contaminata da questi organismi.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Brividi;
  • Febbre (rara);
  • Gonfiore indolore dei linfonodi del collo e in altre parti del corpo;
  • Ulcera (rara);
  • Sudorazione;
  • Perdita di peso.

DIAGNOSI: I test per diagnosticare la scrofola includono:

  • L’esame del campione di tessuto al microscopio (esame istologico);
  • Raggi-X del torace:
  • Analisi per controllare i batteri in campioni di tessuto prelevati dai linfonodi;
  • Test della tubercolina o PPD test.

TERAPIA: Quando l’infezione è causata dal Mycobacterium tuberculosis, il trattamento è basato solitamente su 9-12 mesi di antibiotici. Diversi antibiotici devono essere utilizzati contemporaneamente. I più comuni per la scrofola includono:

  • Etambutolo;
  • INH;
  • Pirazinamide;
  • Rifampicina.

Quando l’infezione è causata da un altro tipo di batteri (che spesso si verifica nei bambini), la terapia di solito comporta antibiotici come la rifampicina, etambutolo, ed claritromicina. La chirurgia di solito non è necessaria, e se ne ricorre solo quando i farmaci non funzionano.

PROGNOSI: Con il trattamento, i pazienti di solito guariscono completamente. Possibili complicazioni possono essere:

  • Fistola drenante al collo;
  • Linfonodi ulcerati;
  • Cicatrici.

Contattare un medico se il bambino ha un gonfiore o delle tumefazioni nel collo. La scrofola può verificarsi in bambini che non sono stati esposti a qualcuno con la tubercolosi.

PREVENZIONE: Le persone che sono state esposte a qualcuno con la tubercolosi dei polmoni dovrebbe effettuare dei controlli contro questa malattia. Sono consigliabili test cutanei regolari.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>