4 effetti negativi di Halloween sulla salute

di Valentina Cervelli Commenta

Ecco 4 effetti negativi che Halloween ha sulla nostra salute. E’ bello e divertente e mascherarsi per festeggiare in compagnia degli amici. Ma cosa succede al nostro organismo se eccediamo con i dolcetti tipici della festività?

1. Denti attaccati dai batteri

I dolci sono nocivi per la salute dei denti: questo è risaputo. I batteri contenuti all’interno della bocca iniziano a lavorare a pieno regime, attaccando ripetutamente lo smalto della dentizione creando un ambiente favorevole allo sviluppo della placca e della carie.

2. Incompleta trasformazione degli zuccheri in energia

L’insulina prodotta dal pancreas non è in grado di gestire la totalità della quantità di zuccheri che entrano nel circolo sanguigno circa 15-30 minuti dopo l’ingestione dei dolci raccolti o comprati per Halloween. Ecco quindi che se una parte verrà trasformata in energia, l’altra arriverà al fegato, attraverso il quale verrà messa da parte come grasso corporeo. Ancor peggiori possono essere le conseguenze se il consumo di cibi zuccherati avviene da parte di persone che soffrono di diabete o di glicemia alta.

L’organismo e le ghiandole avvertono tale reazione come uno stress al quale il corpo è sottoposto, e producendo cortisolo e ed epinefrina, aumentano il battito cardiaco e la sudorazione.

3. Pressione e forze fuori controllo

Gli zuccheri ingeriti, dopo 30-45 minuti portano ad un incremento della pressione arteriosa che dopo aver dato una sferzata di energia al corpo lo porta ad un calo drastico della stessa a causa proprio dell’insulina che tenta di gestire l’eccedenza di zuccheri. Ecco quindi che la persona può trovarsi a sperimentare irritabilità, stanchezza, e talvolta anche del mal di testa. Anche l’apparato digerente potrebbe dare qualche problema, sviluppando dolori di stomaco e flatulenza.

4. Sistema immunitario indebolito

Il caos ormonale istigato dal consumo di zuccheri lascia il corpo sfinito ed uccide i fagociti, indebolendo sensibilmente il sistema immunitario. Servono almeno 5 o 6 ore secondo gli esperti per tornare ad una condizione di normalità.

Photo Credits | gsk2014 / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>