Morta Rita Levi Montalcini, donna e scienziato eccezionale

di Cinzia Iannaccio 1

E’ morta Rita Levi Montalcini. Si è spenta nella sua abitazione romana all’età di 103 anni, una delle più grandi menti che la cultura italiana abbia mai avuto, oltre che una donna eccezionale che ha saputo farsi strada in un mondo piuttosto chiuso al genere femminile, come quello della ricerca scientifica,specie nel passato. Era stata eletta senatrice a vita, nel 2001 dall’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi

“per aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo scientifico e sociale”.

Nel 1986 era stata insignita del premio Nobel per la Medicina, grazie ad un suo lavoro circa l’accrescimento delle fibre nervose, nello specifico per la scoperta dell’esistenza del NGF, ovvero il Nerve Growth Factor (fattore di crescita nervoso). Era un neurologo e questa scoperta avvenuta negli anni 50 ha poi aperto la strada alla moderna neurobiologia, alla scoperta dei segreti del cervello umano.

E’ stata la prima donna ad essere ammessa alla Pontificia accademia delle Scienze. Unanime il cordoglio di tutte le personalità politiche e scientifiche. Ma noi di Medicinalive vogliamo ricordarla anche per il suo sorriso sempre dolce, per la sua presenza in Senato, nonostante l’età avanzata, per la lucidità, la coerenza e la forza che ha sempre dimostrato, come la grandezza culturale che può nascere solo da un animo speciale, permettetemi di dirlo oltre che di pensarlo: di “donna” prima che di scienziato. Non a caso soprannominata la “Signora della scienza italiana”. Sapeva essere anche autoironica:  raccontava di avere

“un’intelligenza mediocre ma un grande merito nell’impegno”.

Per il suo 100esimo compleanno svelò con simpatia i segreti della sua longevità in alcune interviste:

“Io sono ottimista;è importante mantenere il cervello sempre attivo”.

Chi le è stata vicino, ha raccontato che il premio Nobel ha lavorato e studiato fino all’ultimo momento. Le sue condizioni di salute si sono improvvisamente aggravate verso le ore 14,00 di oggi: è stato chiamato il 118, ma all’arrivo i sanitari hanno solo potuto constatare il decesso della scienziata. Lascia tutta la sua eredità scientifica, ma anche economica alla ricerca: ennesima conferma di coerenza circa la quale era difficile avere dubbi. Le esequie avverranno a Torino in forma privata in data ancora da stabilirsi. Addio a Rita Levi Montalcini.

Leggi una sua breve biografia.

 

Foto: GettyImages

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>