Sindrome della fatica cronica, la causa nell’iperattività del sistema immunitario?

di Ma.Ma. Commenta

Un recente studio suggerisce la causa della sindrome della fatica cronica

Stanchezza, perdita di memoria, mancanza di concentrazione e sonno disturbato? Sono questi i sintomi più comuni della sindrome della fatica cronica, un disturbo piuttosto diffuso anche in Italia, dove interessa fino a 300mila persone, e che si caratterizza per la stanchezza cronica per una durata superiore ai sei mesi. 

Le ultime ricerche spiegano che la sindrome potrebbe essere causata  dall’iperattività del sistema immunitario: in sostanza la sindrome si presenta con estrema stanchezza che non può essere ricondotta a nessuna condizione medica particolare. 

Tutti i sintomi principali tendo no a peggiorare con lo sforzo fisico e mentale e non scompaiono neppure nel momento in cui si ci concede un periodo di riposo. 

Fra i sintomi più comuni da tenere sotto controllo ci sono la stanchezza, la perdita di memoria, la mancanza di concentrazione, dolori muscolari o articolari senza apparente motivo, disturbi del sonno e mal di testa, ma anche stanchezza estrema con una durata superiore alle 24 ore dopo esercizio fisico o mentale. 

Ci sono poi una serie di fattori di rischio da prendere in considerazione: la sindrome può presentarsi in ogni momento della vita, ma soprattutto tra i 40 e i 50 anni; sono le donne ad esserne maggiormente colpite senza dimenticare che lo stress può incidere in modo significativo sullo sviluppo della sindrome. 

Fino a questo momento sono ancora sconosciute le cause dello sviluppo della sindrome da stanchezza cronica, ma un recente studio pubblicato nella rivista Psychoneuroendocrinology, ha suggerito che potrebbe trattarsi della risposta all’iperattività del sistema immunitario.

Sono state prese in considerazione 55 pazienti curati con l’interferone alfa, usato per contrastare l’epatite C: 18 di loro, hanno sviluppato i sintomi della sindrome da stanchezza cronica, per un periodo di tempo superiore ai sei mesi. 

Tutti i pazienti che hanno sviluppato sintomi del genere, presentavano una risposta immunitaria più alta rispetto al resto dei pazienti e una volta sviluppare i sintomi, i marcatori del sistema immunitario erano tornati al loro livello regolare. 

Stanchezza cronica, le possibili cause

Ansia e stanchezza cronica, che fare? 

Stanchezza cronica, colpa della tiroide?

 

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>