Come prevenire il diabete in 5 mosse

di Valentina Cervelli 0

Come prevenire il diabete in 5 mosse? Il mese di novembre è dedicato alla prevenzione e la conoscenza di questa malattia. Vediamo insieme quali sono le azioni basilari da intraprendere per riuscire in tale obiettivo.

1. Fare attività fisica

Quando si parla di diabete la sedentarietà è forse uno dei peggiori nemici con i quali le persone devono avere a che fare. Stare in movimento ed intraprendere della regolare attività fisica può aiutare a abbassare i livelli di glicemia nel sangue e spingere la sensibilità all’insulina. Aiutando quindi a prevenire la comparsa di diabete di tipo 2 tenendo basso il livello di zuccheri di sangue. E non solo: fare esercizio consente di ridurre il rischio di eventi cardiovascolari avversi, quello di alcune tipologie di cancro, tenere sotto controllo il peso e rinforzare la muscolatura.

2. Perdere peso

Bruciare i chili di troppo consente di eliminare dall’elenco dei fattori di rischio uno dei più comuni del diabete: l’obesità ed il sovrappeso.

3. Mangiare la giusta quantità di fibre

Spesso si tende a non considerare l’importanza che le fibre hanno nella dieta. Esse aiutano non solo a digerire ed a mantenere l’apparato gastrointestinale in salute: hanno infatti la capacità di migliorare il controllo che l’organismo della persona ha sui livelli di zucchero nel sangue. E’ per questo che bisogna favorire il consumo di frutta, verdura, farine integrali, legumi, noci e semi.

4. Consumare farine integrali

Come già accennato mangiare farine integrali consente di apportare nell’organismo il giusto quantitativo di fibre atto ad un suo corretto funzionamento. Sono diverse le ricerche nella letteratura medica che suggeriscono quanto esse siano importanti nella prevenzione del diabete. Almeno la metà delle farine consumate giornalmente dovrebbe essere integrale.

5. Eseguire controlli periodici della glicemia

Se si sono superati i 40 anni e si è sovrappeso o si presentano diversi fattori di rischio legati al diabete è bene eseguire controlli periodici della glicemia in modo da ottenere, se necessario, una diagnosi il più possibile veloce.

Potrebbero interessarti:

Fonte | Godanriver

Diabete mellito tipo 1 e 2: sintomi iniziali, cause e dieta

Diabete gestazionale

Photo Credit | Pixabay

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>