Quali sono i sintomi della tubercolosi?

di Valentina Cervelli 14

 La tubercolosi, lo ricordiamo, è una malattia provocata da un batterio chiamato mycobacterium tubercolosis. Sebbene la forma più conosciuta della malattia è quella polmonare, tale patologia può colpire qualsiasi organo interno. Ma quali sono i sintomi che la contraddistinguono? Come riconoscere se è avvenuto un qualsiasi contagio? Partiamo da un presupposto: la tbc si trasmette attraverso l’aria. Per venire infettati basta trovarsi in un contatto prolungato con la persona malata.

A meno che non vi sia uno sviluppo precoce della malattia dovuto ad una scarsa risposta del sistema immunitario, solitamente le persone che vengono a contatto con il bacillo della tubercolosi non solo non sono malate, ma sono totalmente asintomatiche. Non solo, come vi già specificato più volte parlando dei diversi casi di cronaca nei quali la tubercolosi era coinvolta, attraverso la giusta profilassi, anche coloro che presentano quello stato conosciuto sotto il nome di infezione tubercolare possono non sviluppare mai la patologia. Diverso è il discorso se l’organismo non riesce a combattere l’infezione e la malattia ha modo di manifestarsi.

In questo caso i sintomi variano a seconda dell’organo contagiato dalla malattia. In caso di tubercolosi polmonare il sintomo più evidente è l’emottisi, l’espulsione di materiale ematico con la tosse. In caso di contagio ai reni, vi è ematuria, la presenza di sangue nell’urina. In caso di tubercolosi della colonna vertebrale il mal di schiena può essere un sintomo evidente. In caso di tubercolosi cerebrale, un sintomo evidente, ma al contempo patologia a se stante, è rappresentato dalla meningite.

Scendendo nello specifico, in caso di tubercolosi primaria progressiva (quando il corpo non riesce a combattere il bacillo fermando la malattia, n.d.r) i sintomi più evidenti della patologia sono rappresentati da febbre, perdita di peso, ovviamente tosse, stanchezza ed inappetenza. Nel caso in cui questa “situazione” si risolva, ma continuino ad essere presenti i batteri in stato inattivo e gli stessi a causa di una debolezza del sistema immunitario si riattivano, si sviluppa una tubercolosi secondaria. Il sintomo maggiore è una febbre di tipo persistente seguita da perdita di peso e stanchezza.

Leggi anche:

Commenti (14)

  1. mi permetto di dissentire: in genere nella TBC la febbre non è alta, si tratta di febbricola soprattutto alla sera.

  2. Non essendo medici ma giornalisti ci fidiamo delle nostre fonti. La ringraziamo x la segnalazione. Provvederemo alla correzione al più presto. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>