Cure termali convenzionate: quali sono e come ottenerle

di Cinzia Iannaccio 2

 Le cure termali: ovvero il trattamento di alcune patologie attraverso l’acqua rappresentano un importante punto di riferimento terapeutico, specie in Italia. Proprio per questo motivo, anche il nostro SSN (Servizio Sanitario Nazionale), concede a tutti i cittadini affetti da determinate malattie, la possibilità di sottoporsi a terapie di questo tipo.

Il tutto in convenzione, attraverso il pagamento di un ticket che va dai 3,10 euro ai 50,00 a seconda delle esenzioni, esattamente come nei casi di altre terapie. E sempre con le medesime modalità, sarà necessaria la prescrizione del medico curante con la diagnosi e le indicazioni per il ciclo terapeutico individuato. A quel punto, basterà scegliere lo stabilimento termale (o qualunque altra struttura similare che abbia ottenuto l’autorizzazione regionale per tale attività) e prenotare.

Il SSN concede un unico ciclo l’anno: in genere durano circa 15 giorni, nel corso dei quali il paziente viene sottoposto a 12 o 24 prestazioni terapeutiche. Quando si parla di cure termali, si intende un insieme di terapie che utilizzano le acque termali o i derivati (fanghi, vapori, nebulizzazioni o muffe!), come prevenzione, terapia o riabilitazione. A volte sentiamo parlare anche di crenoterapia: con questo termine si indicano le cure attraverso acque di sorgente, minerali. Tra queste l’idroterapia che si giova della pressione (idromassaggio ad esempio) o della temperatura, e l‘idropinoterapia che invece consiste nell’assunzione orale di tali acque.

Solo alcune patologie rientrano nella convenzione del SSN per le cure termali. Tra queste troviamo la bronchite cronica ad esempio, per la quale si trarrà giovamento con delle inalazioni, a tutte le età; lo stesso vale per la sinusite o l’ otite cronica; chi soffre di osteoporosi, artrosi o altre malattie reumatiche, potrà praticare sedute di fango-balneo-terapia, utile per diminuire l‘infiammazione ed il dolore; le cure termali, nelle varie forme sono anche utili in caso di psoriasi,  dermatite atopica o dermatite seborroica ricorrente; malattie vascolari, gastrointestinali, disturbi ginecologici ed urologici potranno essere curati alle terme. In un ambiente tutt’altro che medicale!

I benefici delle cure termali sono molteplici e, al di fuori della convenzione con il SSN se ne può approfittare anche per una rilassante vacanza, magari per il prossimo Capodanno 2010.

Commenti (2)

  1. sono affetta da sarcoidosi polmonare, ho 73 anni portatrice di bay pas da
    14 anni, patologia superata direi abbastanza bene.Ora il problema che mi disturba maggiormente è la sarcoidosi….posso trovare beneficio dalle cure termali con le acque di Sirmione? Le passa il servizio sanitario?

  2. @ PIERANGELA:
    PIERANGELA wrote:

    sono affetta da sarcoidosi polmonare, ho 73 anni portatrice di bay pas da
    14 anni, patologia superata direi abbastanza bene.Ora il problema che mi disturba maggiormente è la sarcoidosi….posso trovare beneficio dalle cure termali con le acque di Sirmione? Le passa il servizio sanitario?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>