5 erbe medicali rimedio per lo stress

di Marco Mancini 1

Nonostante al mondo ci siano centinaia di aziende farmaceutiche che fanno i miliardi con dei prodotti che delle volte sono inutili, se non dannosi, la nostra Madre Terra ci ha fornito una vasta gamma di medicina sottoforma di erbe, che possono alleviare molti dei malanni, anche quelli del nuovo secolo come lo stress e l’ansia. Eccone 5 che Medicinalive ha raccolto per voi:

1. Liquirizia. Essa contiene un ormone naturale alternativo al cortisone, che può aiutare l’organismo a gestire situazioni di stress, e può aiutare a normalizzare i livelli di zucchero nel sangue, nonché le ghiandole surrenali, che forniscono l’energia necessaria per far fronte allo stress. Alcuni sostengono che la liquirizia stimola il liquido cranico e cerebrospinale che serve a calmare la mente. E’ possibile assumerla come tonico calmante, o caldo in un tè.

2. Frutto della Passione. Considerato un lieve sedativo, può contribuire a guarire dall’insonnia. Il frutto della passione cura anche ansia, depressione e nervosismo. Le parti della pianta che crescono sopra il livello del suolo possono essere essiccate ed immerse nel tè.

3. Kava Kava. E’ un’erba del Sud Pacifico, ed un potente analgesico che serve per rilassare i muscoli. La Kava Kava è anche efficace nel trattamento della depressione e dell’ansia associato alla menopausa. E’ molto facile da incapsulare ed è disponibile da noi in qualsiasi negozio.

4. Succo di St. John. La leggenda vuole che questo succo veniva utilizzato sin dai tempi del medico Ippocrate. Anche durante il Rinascimento e nel periodo vittoriano veniva utilizzato per curare i disturbi mentali. In realtà ha dimostrato di essere più efficace del Prozac nel trattamento dei disturbi depressivi maggiori. Oggi si trova in capsula o compressa, spesso combinato con la valeriana per curare l’insonnia o l’irrequietezza.

5. Lavanda. Essa è efficace per ridurre l’ansia e l’irritabilità, permette il rilassamento e dona un senso di calma e di sonno. E’ anche un potente agente anti-batterico, e addirittura può servire anche per bilanciare gli ormoni e stimolare il sistema immunitario. Può essere consumata sottoforma di tè, si può lavorare come un olio essenziale che si respira o, in caso di stress e insonnia, appoggiato sugli occhi. Per farlo bisogna prendere un sottile pezzo di tessuto (anche un lembo di una vecchia maglietta o una sciarpa) e tagliare due rettangoli lunghi circa 3×20 cm . Ricucirlo, lasciando un’apertura, e riempirla di fiori di lavanda. Ottenuto una sorta di cuscinetto, porlo sugli occhi.

Servono ancora tutti quei medicinali che collezionate nel’armadietto del bagno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>