Chemioterapia, i farmaci che causano caduta dei capelli

di Valentina Cervelli 1

La chemioterapia porta con sé degli effetti collaterali sull’organismo dei pazienti, tra i quali figura anche la caduta dei capelli. Quali farmaci sono in grado di scatenarla? Vediamolo insieme.

La caduta dei capelli in seguito ai trattamenti antitumorali è vissuta da ogni persona in modo diverso: c’è chi decide di rasarsi e non ha problema a  mostrare il cranio calvo ed altri che preferiscono coprire tutto con un foulard o una parrucca.

Farmaci che causano la caduta dei capelli

E’ importante sottolineare che non tutti i medicinali chemioterapici causano la caduta dei capelli: tutto dipende dalla tipologia di farmaco e dalle diverse sostanze utilizzare per la chemioterapia. Ecco un breve schema degli effetti delle principali sostanze:

  • Bleomicina: la perdita può essere parziale o totale ma è poco frequente
  • Carbonplatino: caduta dei capelli parziale e solo se somministrato in dosi elevante. Rara quando il farmaco è usato da solo, ma frequente se in combinazione a ciclofosfamide 50%.
  • Ciclofosfamide: perdita parziale o totale molto frequente
  • Cisplatino: caduta parziale o totale e rara se utilizzato solo, frequente se accompagnata da ciclofosfamide 50%.
  • Dactinomicina: caduta totale di capelli e peli ma poco frequente
  • Daunorubicina: perdita totale, ma poco frequente, di capelli e peli
  • Doxorubicina:  caduta totale di capelli e peli nel 54% dei casi circa
  • Epirubicina: caduta totale di capelli e peli molto frequente
  • Etoposide: perdita parziale o totale di capelli molto frequente
  • Idrossiurea: diradamento leggero dei capelli non frequente
  • Irinotecan: perdita molto frequente parziale o totale di capelli
  • Isofosfamide: caduta dei capelli parziale o totale molto frequente
  • Melfalan: perdita di capelli poco frequente (parziale o totale) e solo se somministrato per via endovenosa a dosi alte
  • Methotrexate: caduta dei capelli parziale o totale solo ad alte dosi
  • Taxani: caduta molto frequente e totale di capelli e peli
  • Vincristina: perdita parziale o totale poco frequente.

La caduta dei capelli ovviamente causa ulteriore stress sul paziente. Per fortuna, nella maggioranza dei casi, è un processo reversibile.

Potrebbero interessarti:

 

 

Chemioterapia, cos’è e quando serve

Aloe durante chemioterapia, benefici?

Fonte | AIMAC

Photo Credit | Pixabay

Commenti (1)

  1. purtroppo in casi cosi c’è poco da fare e solo avere pazienza, oltretutto in situazioni a rischio meglio non fare trattamenti anti-caduta che potrebbero solo debilitare il corpo. io consiglio l’utilizzo delle fibre di cheratina (ad esempio, le Caboki sono molto buone), che almeno mascherano il problema ed essendo naturali non lasciano residui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>