Tumore ovaio e rischio recidiva

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su tumore ovaio e rischio recidiva
Buonasera, a mia madre è stato diagnosticato un tumore all’ovaio, purtroppo se ne è accorta per caso quando la massa aveva raggiunto delle dimensioni abbastanza significative e premeva sulla vescica. E’ stata operata d’urgenza e le è stato asportato utero, ovaie, sigma colon, tutte le linfoghiandole, e appendice. In aggiunta ha avuto anche il washing peritoneale. L’operazione è stata abbastanza invasiva e l’ha debilitata molto. Tuttavia in ospedale i chirurghi hanno detto che è stato necessario asportare tutto questo non perché infette, ma poiché hanno una elevata probabilità eventualmente di ammalarsi. Il residuo tumorale è zero e dalla risonanza con contrasto gli altri organi risultano sani. Se la massa tumorale non ha intaccato gli altri organi, si può ancora parlare di tumore in stadio precoce? Quanto sono recidivi questi tumori? In che lasso di tempo in genere si verifica la recidività? Si potrebbe optare per una cura ormonale invece che per una chemioterapia? Grazie mille.

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema Tumore Ovaio e ischio recidiva
Risponde il dott. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti www.ipertermiaitalia.it

 

Gentile signora,

occorrerebbe leggere il report operatorio e l’esame istologico definitivo per avere una idea più accurata. Il fatto di non avere un residuo macroscopicamente evidente è comunque ottima cosa. Non si può sostituire in questa tipologia neoplastica una chemioterapia (senza dubbio opportuna) con una ormonoterapia. In coadiuvanza con il trattamento chemioterapico si può ipotizzare un trattamento in ipertermia oncologica (vedi sito www.ipertermiaitalia.it).

Cari saluti

Dott. Carlo Pastore, oncologo

 

 

Leggi anche:

 

Tumore al pancreas e rischio di recidiva

Cancro alle ovaie

Tumore al colon con recidiva, alternative alla chemioterapia?

Tumore colon retto e sospetta recidiva

Recidiva tumore, che fare? Oncologo risponde

 

 

 

Per porre altri quesiti ai nostri specialisti potete visitare la pagina “Chiedi all’esperto, Consulti online su Medicinalive” ed inviare la domanda attraverso il form specifico.

E’ doveroso da parte nostra ricordare e sottolineare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

 

Photo Credits | P. Chinnapong / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>