Le bibite gassate modificano la percezione del cervello

di Valentina Cervelli Commenta

Le bibite gassate fanno male alla nostra salute e modificano le percezioni del nostro cervello. Se eravate alla ricerca di una nuova motivazione per eliminarle dalla vostra vita, questo studio dell’Università di Maastricht condotto in collaborazione con l’ateneo di Salerno che stiamo per presentarvi, risponderà alle vostre esigenze.

Prima per, per voi una premessa che ci teniamo a fare perché è una delle informazioni che ci ha più colpito. La ricerca, pubblicata su Gastroenterology, la rivista ufficiale dell’American Gastroenterological Association, è stata sovvenzionata in parte dalla The Coca-Cola Company. Curioso vero? Vediamo insieme però cosa hanno scoperto gli scienziati. Le bollicine,o meglio la gassatura delle bevande proveniente dalla carbonatazione ( o aggiunta di anidride carbonica, N.d.R.) rende la bibita più frizzante e forse più piacevole da bere, ma decisamente meno salutare per il nostro cervello che in questo modo “va in confusione”. In pratica, lo stesso non è più in grado di percepire il giusto gusto di ciò che sta bevendo. Per ciò che concerne questo tipo di liquido, in particolare viene a mancare la percezione della differenza tra lo zucchero o di dolcificanti artificiali.

Certo è pur vero che se vogliamo questo effetto collaterale potrebbe essere considerato anche vantaggioso se non si pensa ai fastidi che le bevande gassate possono apportare allo stomaco e ci si concentra sulla possibilità di far sembrare altrettanto buone le bibite dietetiche con degli effetti positivi su una eventuale dieta finalizzata al dimagrimento. Ma si parla di pure ipotesi. In realtà infatti questa conseguenza spiegherebbe perché le malattie metaboliche e il diabete siano molto diffuse tra gli abituali bevitori di bevande dietetiche gassate.

Per giungere alle loro conclusioni i ricercatori si sono avvalsi della risonanza magnetica funzionale per visualizzare l’effetto delle bibite sul cervello. Partendo da questi risultati gli scienziati voglio proseguire su questa strada per trovare, se esistente, il rapporto “causa-effetto” tra il consumo di bibite gassate e l’incidenza delle malattie metaboliche.

Fonte | Gastroenterology

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>