MIRCERA Roche (Metossipolietielglicole-Epotina Beta)

MIRCERA, Roche

CATEGORIA: Farmaco antianemico, attivatore continuo del recettore dell’eritropioietina ( CERA )

FORMA FARMACEUTICA: Preparazione iniettabile, pomate, polveri, soluzioni per uso esterno

PRINCIPI ATTIVI: Metossipolietielglicole-Epotina Beta

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento dell’anemia sintomatica associata a insufficienza renale cronica (IRC). La terapia con Mircerca può essere iniziata solo ed esclusivamente sotto la supervisione ed il controllo di un medico esperto nel trattamento di pazienti con insufficienza renale che provvederà ad identificare posologia e modalità di assunzione più idonee per ciascun paziente.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità accertata verso il prodotto o uno dei suoi eccipienti. Mircera è controindicato nei pazienti soggetti ad ipertensione. Il suo utilizzo è solitamente destinato al lungo periodo, ma è possibile l’interruzione del trattamento. Non utilizzare il prodotto in soggetti con tumori. Nel corso della terapia, è consigliata l’integrazione del ferro per tutti i pazienti che presentino valori di ferritina sierica inferiori a 100 microgrammi/l. L’effetto collaterale riscontrato pià frequentemente è stata la comparsa dell’ipertensione o un suo peggioramento. Non somministrare ai pazienti di età inferiore ai 18 anni.  Non somministrare in gravidanza ed allattamento.

NOTE: Mircera, come altre specialità farmaceutiche simili, appartiene al gruppo dei CERA, ovvero “attivatori continui dei recettori dell’eritropoiesi”, nati per combattere l’anemia renale, ma utilizzati poi nel mondo dello sport come sostante dopanti. Questo prodotto è stato approvato dall‘Agenzia europea dei farmaci alla fine del 2007 e rappresenta un’innovazione rispetto a formulazioni precedenti, comparse sul mercato circa 20 anni prima. I CERA sono basati sugli agenti che stimolano l’eritropoietina, una proteina-ormone prodotta dai reni che stimola la produzione di nuovi globuli rossi nel midollo osseo. Risale al mese di Luglio 2007 la notizia che vedrebbe coinvolto nello scandalo doping Riccardo Riccò, astro nascente del ciclismo italiano, accusato di aver utilizzato un CERA per aumentare le proprie prestazioni.

Altri farmaci della stessa categoria: Aranesp, Nespo.

[Fonti principali: AAVV, StudioMedicoTorrino.com; AAVV, MediExplorer, AAVV, Repubblica.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di unmedico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.