Bulimia, vomito e caduta di capelli, psicologo risponde

di Cinzia Iannaccio 4

La bulimia, soprattutto se correlata al vomito indotto può provocare complicanze più o meno importanti dal punto di vista organico. Tra queste anche una caduta abbondante di capelli? Ne parliamo nel nostro consulto online inviato per la psicologa e psicoterapeuta dottoressa Maria Barbarisi.

Richiesta di Consulto Medico

“Buongiorno dottori, ho 27 anni, nonostante abbia una certa esperienza e conoscenza della bulimia vorrei porvi un paio di domande. In breve sono bulimica dall’età di 14/15 anni, ma non di quelle che vomita ogni volta che mangia ma solo quando ha voglia di mangiare cose che non sono previste nella dieta o durante le festività per diminuire le calorie… Nel 2008 per 5 mesi sono riuscita a non vomitare piu’ a seguito di una dieta grazie alla quale ero riuscita a raggiungere il mio peso ideale.

Arrivato novembre pero’ il peso è iniziato ad aumentare nonostante i sacrifici fatti anche fisicamente con lo sport. Questo mi ha fatto sprofondare nello sconforto e frustrazione e quindi ho ripreso a vomitare ma stavolta 3-4 volte al giorno quasi tutti i giorni. Ero fisicamente e mentalmente sfinita, non riuscivo piu’ a sopportare il male che mi facevo e, ho dunque deciso di darmi una calmata. Gli episodi di vomito sono andati via via diminuendo e non ho intenzione di proseguire ma ancora mi capita di aver voglia di mangiare e vomitare (soprattutto i dolci).

L’ultimo episodio si è verificato domenica e lunedi quando ho fatto lo shampoo sono caduti un mare di capelli, Ora arrivo alle domande…. -La bulimia, come si verifica nel mio caso specifico, porta ad una maggiore quantità di capelli caduti o ad un progressivo diradamento? Io sto impazzendo in mano ai dermatologi perchè dal 2011 ho notato un diradamento dei capelli associato a’ stempiatura e assottigliamento del fusto. -Risolvendo il problema della bulimia i capelli ricrescono? A gennaio 2011 e a dicembre di quest’anno ho fatto le analisi del sangue e i globuli bianchi sono usciti piu’ alti della norma. C’è una relazione con la patologia in questione o potrebbe essere altro, come faccio a scoprirlo ? spero possiate aiutarmi. GRAZIE”

Specializzazione Psicologia e Psicoterapia

Tipo di Problema Bulimia

Risponde la dottoressa Maria Barbarisi psicologa e psicoterapeuta

“La bulimia ha forti radici in un pessimo rapporto con le figure genitoriali ( in genere la madre), quando queste sono stati altamente critici nei confronti dei comportamenti dei figli. Cosa accade: la critica negativa spinge il bambino ( poi ragazzo e adulto) a pensare di non essere amato dai genitori, considerato che qualsiasi cosa lui faccia, risulta il piu’ delle volte sbagliata e quindi, oggetto di critica; si crea un vuoto affettivo psicologico che spinge il figlio a pensare di poter compensare con il mangiare: cioe’ si crea il binomio vuoto affettivo=riempimento del vuoto attraverso il mangiare.

Subito dopo subentra il senso di colpa creato dalla consapevolezza che quell’azione non risolve il vuoto e che anche questa volta si e’ sbagliato ( quindi i genitori avevano ragione/ hanno ragione), e si vomita: il vomito rappresenta il bisogno di buttare fuori le critiche ricevuto e, si crea un’altro binomio: mangio per compensare il vuoto affettivo= vomito perche’ non mi riconosco nelle critiche negative che mi vengono mosse.

Per quanto riguarda poi la caduta dei capelli, non e’ dovuto solo alla bulimia, ma anche ad una conflittualita’ con la figura paterna che crea l’alopecia. La bulimia nel tempo porta problemi molto seri a livello fisico. Per uscirne fuori bisogna rompere i cordoni ombelicali e cominciare a riprendere la stima di se’ attraverso un percorso di psicoterapia. Spero di essere stata d’aiuto. Tanti auguri. [email protected] ″.

Chiaramente le analisi del sangue come pure le cause strettamente correlate alla caduta dei capelli oltre gli effetti fisici sulla salute della bulimia, ma anche dello stress a questa correlato, come pure una possibile soluzione vanno valutati dal medico curante che ha la possibilità di effettuare una visita clinica.
Si ricorda infatti al riguardo che non si effettuano diagnosi online e non si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.
Per altri consulti visita la nostra pagina specifica: “Chiedi all’esperto: Consulti online su Medicinalive

 

 

Commenti (4)

  1. WAu! Mi dispiace non aver risposto prima, non mi è arrivata alcuna notifica e non ricordavo il sito. Ma cara Dottoressa, la ringrazio infinitamente, mi ha decisamente inquadrata bene!
    E’ la prima ad essere riuscita a spiegarmi senza che dicessi nulla cio’ che provo!
    Grazie per avermelo saputo spiegare

    1. ;=))

    2. @Anto: sono contenta di esserti stata utile. Quando hai voglia di farmi altre domande, sappi che saro’ a tua disposizione. Puoi anche chiamarmi al 3395995666. Per il momento ti auguro un anno sereno.

    3. @Maria: ciao, grazie mille per la disponibilita’ ma in questo momento sarei impossibilitata a chiamare verso i cellulari. ti contattero’ al piu’ presto, altrimenti potrei chiamarti subito ma su un numero fisso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>