Soia e assimilazione di ferro, facciamo chiarezza

di Cinzia Iannaccio Commenta

 

Di proprietà benefiche della soia si parla spesso, ma non sempre in modo completo a tal punto che si creano dubbi importanti dal punto di vista nutrizionale. Ne parliamo oggi con l’esperto nutrizionista, per comprendere il ruolo di questo alimento in relazione all‘assimilazione del ferro.

Richiesta di Consulto Medico

“Salve, vorrei sapere precisamente se la soia è ricca di ferro oppure è un alimento che non fà assorbire il ferro? Ed eventualmente quali sono i migliori alimenti che contengono ferro. In attesa di risposta, porgo cordiali saluti. “

Specializzazione Nutrizione Clinica

Tipo di Problema Informazioni sulla SOIA‏

Risponde la nutrizionista dottoressa Maria Assunta Coppola:

“Cara signora, la quota di ferro presente negli alimenti non è l’unico fattore da considerare per la sua assimilazione. Inanzitutto esistono 2 tipi di Ferro: emico Fe2+ (ione ferroso, ridotto) e non-emico Fe3+ (ione ferrico, ossidato) . Il primo è presente negli alimenti di origine animale, ed è maggiormente assorbito rispetto quello non eme, rappresentato invece nei cibi di origine vegetale, quali spinaci, soia, lenticchie. La soia contiene circa 6,9 mg di ferro per 100 gr di semi secchi e di questa quota solo 0,3 mg riesce ad essere efficacemente assorbita. Se pensiamo che   le tabelle LARN (Livelli di Assunzione Giornalieri Raccomandati di Nutrienti per la popolazione italiana) definiscono il fabbisogno quotidiano di ferro pari  a 10 mg per l’uomo e a 18mg per la donna, è facile immaginare che la soia non sia un buon alimento in grado di soddisfare la quotidiana esigenza di questo minerale. Inoltre, vegetali e legumi , come appunto la soia, presentano fitati, ovvero “antinutrienti” in grado di chelare il ferro anche degli alimenti che con essa accompagnano il pasto, riducendone ulteriormente l’assorbimento. Un consiglio per aumentare l’assorbimento del Ferro, sia eme che non eme?Aggiunga limone o arancia al pasto, così da fornire acido citrico e vit. C, in grado di ridurre il Ferro presente e renderlo più assorbibile.  Cordialmente
M. Coppola cell. 328-2761714 –  [email protected]

Potrebbero interessarle anche i seguenti post:

 

Per altri quesiti da porre ai nostri esperti visitate la pagina “Chiedi all’esperto, Consulti online su Medicinalive.

Ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>