Unghie sane e forti con la dieta

di Cinzia Iannaccio 0

Le unghie, un simbolo di bellezza e della cura di se, ma anche un biglietto da visita della nostra salute: se non crescono adeguatamente, si sfaldano, o si macchiano vuol dire che c’è qualcosa che non va nel nostro organismo. Basta pensare alla cheratina di cui le unghie sono composte: si tratta di una sostanza proteica il cui accumulo dipende dall’alimentazione, ma anche da altre condizioni particolari, come le allergie, le micosi o i disturbi ormonali, tanto per fare qualche esempio determinante. Ma volendo unghie sane e forti, quale dieta dobbiamo adottare?

Latte, legumi, uova, carne e pesce sono alimenti proteici che contengono anche minerali come lo zinco ed il molibdeno,  importanti per aiutare lo sviluppo di cheratina, così come il silicio presente nei cereali (o nei broccoli e nella cipolla) o lo zolfo nell’aglio. Anche la vitamina H è importante per le unghie. La carota fresca è ricca di calcio e fosforo, fondamentale per rendere le unghie forti. In generale comunque la loro salute è equivalente allo stato della pelle e dei capelli, quindi fare un’analisi generale dei tre fattori ci dice molto. Tanti antiossidanti contenuti in frutta e verdura, non fanno mai male, vanno invece evitati eccessi proteici, benché uova, latte e carne contengono biotina, preziosa sia per i capelli che per le unghie stesse. L’equilibrio, come spesso ricordiamo, è una parola chiave, quando si parla di alimentazione sana.

Le unghie però ci parlano, ci spiegano anche cosa non va nelle nostre abitudini nutrizionali: se si spezzano e sono fragili, vuol dire che necessitiamo di un’aggiunta di vitamina A; le unghie a “cucchiaio” (tondeggianti e rialzate) caratterizzate da righe verticali sono il sintomo di una carenza di ferro; se invece  abbiamo striature bianche e tante cuticole (ovvero le antipatiche pellicine) siamo in presenza di una carenza di proteine, acido folico e Vitamina C. Si tratta di una condizione classica che si raggiunge in periodi di forte stress o comunque di carenze nutrizionali, magari dovute ad una dieta dimagrante errata.  Più in generale possiamo dire che la Vitamina A è importante per assimilare alcuni nutrienti utili alla crescita dell’unghia stessa (proteine, calcio, magnesio e vitamina D), mentre il ferro, lo zolfo, il lievito di birra, il silicio, la vitamina B servono per rafforzare. Provare per credere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>