Integratori contro dolori articolari, quali i migliori? Ortopedico risponde

di Cinzia Iannaccio 1

integratori contro dolori articolari

Che ruolo hanno gli integratori alimentari in caso di infiammazioni e dolori articolari? E quali i migliori? E’ questo in sintesi il quesito posto per i Consulti Online giunto oggi in redazione. La risposta è affidata come sempre in questi casi al professor Francesco Bizzarri, ortopedico e medico dello sport.

Richiesta di Consulto Medico

“Ho visto pubblicizzati sul vs. sito degli integratori che possono aiutare nel caso di infiammazioni e dolori a livello articolare. Secondo voi fra il prodotto NO DOL della ESI in capsule o il prodotto WOBENZYM VITAL della NAMED in compresse, qual è migliore e piu’ efficace? Inoltre siccome vorrei utilizzare anche altri integratori invece di ricorrere sempre a medicine varie, secondo voi sono piu’ efficaci e migliori i prodotti della ESI o della NAMED. Grazie per il consiglio…”

 

Specializzazione:  Ortopedia e Medicina dello Sport

Tipo di Problema CONSIGLIO SU INTEGRATORE

Risponde l’ortopedico professor Francesco Bizzarri:

“Personalmente parto sempre da un presupposto: fare la diagnosi e successivamente dare la terapia adeguata. Il dolore e l’infiammazione hanno sempre una causa. L’ integratore….come dice la parola…. integra il farmaco e non lo sostituisce……personalmente ritengo non ci sia differenza ,  rispondendo alla sua domanda.”

Bizzarri è specialista in ortopedia e traumatologia, medico dello sport, dipendente dell’Università di L’Aquila e presidente nazionale della Società Italiana di Ginnastica Medica, per contatti diretti chiamare il numero: 338/5665050;

Per richiedere altri consulti online visitate la pagina “Chiedi all’esperto: Consulti Online su Medicinalive”

E’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock