Aids, cancellate le tracce del virus in un paziente sieropositivo: secondo caso al mondo

di Sveva Commenta

Gli scienziati annunciano: cancellate le tracce del virus Hiv in un paziente sieropositivo. Si tratta del secondo caso al mondo anche se i medici frenano: è ancora presto per dire che il paziente in questione sia guarito completamente.

hiv diagnosi tardive italia

Di vero, però, c’è che almeno dopo una prima ricognizione, le tracce del virus sono state cancellate. E’ avvenuto nel Regno Unito dove il paziente malato ha subìto un trapianto di midollo osseo da un donatore resistente all’Hiv. A distanza di tre anni dal delicato intervento i test non hanno ancora mostrato alcuna traccia della precedente infezione da Hiv contratta dall’uomo.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Nature e certamente rappresentano un dato in più nella continua lotta all’Aids. Ad oggi non esiste una cura definitiva per combattere l’Aids anche se la medicina ha fatto passi avanti negli ultimi decenni e oggi persone sieropositive possono aspirare a una vita dignitosa, specialmente nei casi in cui l’infezione Hiv sia stata diagnosticata per tempo.

Ti potrebbe interessare anche:

Hiv, test per i minorenni senza consenso genitori?

Ecco perché gli esperti consigliano di sottoporsi a un test HIV

Sifilide e Hiv in aumento tra gli Over 50

Contagio Hiv, uno ogni 2 ore in Italia

Photo | Thinkstock