XOLAIR Novartis (Omalizumab)

XOLAIR, Novartis

CATEGORIA: Farmaci sistemici anti-asma, per disturbi ostruttivi e respiratori

FORMA FARMACEUTICA: Preparazione iniettabile

PRINCIPI ATTIVI: Omalizumab (anticorpo monoclonale umanizzato prodotto con la tecnologia DNA ricombinante in una linea cellulare ovarica di criceto cinese (CHO).)

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento e controllo dell’asma come terapia aggiuntiva in pazienti adulti (dai 12 anni di eta’ in poi) con asma allergico grave persistente, con test cutaneo o reattivita’ in vitro positivi ad un aeroallergene perenne e che hanno ridotta funzionalita’ polmonare e frequenti sintomi diurni o risvegli notturni. Indicato in particolar modo per i soggetti che nonostante l’assunzione quotidiana di alte dosi di corticosteroidi per via inalatoria, piu’ un beta2-agonista a lunga durata d’azione per via inalatoria, sono soggetti ad esacerbazioni asmatiche.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno dei suoi componenti. Prima della somministrazione iniziale, è necessario che sia rilevata nei pazienti i livelli di IgE mediante qualsiasi test disponibile in commercio per le IgE sieriche totali che, unitamente all’età ed al peso corporeo, sono indispensabili per determinare il dosaggio adatto. La terapia con Xolair non è indicata per coloro che  presentano esacerbazioni asmatiche acute, broncospasmo acuto o stato asmatico. Sconsigliato nei pazienti con sindrome da iperimmunoglubulina e/o aspergillosi broncopolmonare allergica. Dopo aver iniziato la terapia non e’ raccomandato interrompere bruscamente il trattamento con corticosteroidi per uso sistemico o inalatorio. Diminuzioni delle dosi di corticosteroidi devono essere effettuate sotto diretta supervisione di un medico e puo’ rendersi necessario effettuarle gradualmente. Gli effetti collaterali segnalati, principalmente di lieve entità e transitori, sono reazioni nel sito di iniezione, comprendenti dolore, gonfiore, eritema e prurito, e cefalea. Omalizumab deve essere utilizzato in gravidanza solo nel caso di necessità, per il rischio di escrezione del farmaco nel latte materno è sconsigliato l’allattamento.

NOTE: Omalizumab, l’anticorpo monoclonale premiato da poco con il Premio Galeno, il Nobel italiano dei farmaci, come farmaco biotecnologico innovativo dell’anno, ritorna ad essere rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale dopo la sospensione temporanea dello scorso luglio. La commissione tecnico-scientifica dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), ha riammesso omalizumab alla rimborsabilità per i nuovi pazienti dopo averne valutato positivamente l’efficacia e il profilo di sicurezza, sulla base di tutte le più recenti evidenze disponibili. “Xolair è una terapia che rappresenta la più straordinaria novità terapeutica degli ultimi 10 anni contro l’asma allergica e che ci ha dato la possibilità di trattare pazienti non controllati dalle comuni terapie, assicurando loro una qualità di vita che in precedenza non avevano”. Il meccanismo d’azione di omalizumab è innovativo poiché permette di bloccare all’origine la reazione allergica infiammatoria, infatti l’anticorpo monoclonale anti-IgE blocca l’azione dell’immunoglobulina E (IgE) e impedendone il legame con il suo recettore, interrompe sul nascere la catena degli eventi che portano a un attacco d’asma. Xolair è indicato per i pazienti dai 12 anni di età  che soffrono di asma allergico grave persistente e che non ottengono benefici con la terapia quotidiana di corticosteroidi e di beta2-agonisti.

Xolair

[Fonti principali: AAVV, PagineSanitarie.com; AAVV; ItaliaSalute.it; AAVV, Ansa.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.