ZYLORIC GlaxoSmithKline (Allopurinolo)

ZYLORIC, GlaxoSmithKline

CATEGORIA: Farmaci ipouremicizzanti per la riduzione della formazione dell’acido urico.

FORMA FARMACEUTICA: Compresse

PRINCIPI ATTIVI: Allopurinolo

INDICAZIONI: L’allopurinolo è indicato per le principali manifestazioni cliniche di deposito di acido urico/urato. Queste comprendono: gotta articolare, tofi e/o interessamento renale per precipitazione di cristalli o per urolitiasi. Tali situazioni si manifestano nella litiasi uratica e nella nefropatia acuta da acido urico, nelle malattie neoplastiche e mieloproliferative con rapida proliferazione cellulare, nelle quali si hanno alti livelli di urato, spontaneamente o in conseguenza di terapia citotossica ed in certi disordini enzimatici (ad esempio nella sindrome di LeschNyhan). E’ inoltre indicato anche per la prevenzione ed il trattamento della litiasi ossalocalcica in presenza di iperuricemia e/o iperuricuria.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:
Ipersensibilità all’ allopurinolo e/o ad uno dei suoi eccipienti. Pur essendo utilizzato nel trattamento e nella prevenzione della gotta è controindicato come rimedio per gli attacchi di gotta acuta. Reazioni avversi ed effetti collaterali secondari non sono frequenti,  sono per la maggior parte lievi e si verificano principalmente nei pazienti con problemi di insufficienza renale e/o epatica. Possono verificarsi casi di dissoluzione di calcoli renali/pelvici con rischio di blocco nell’uretra. Gli effetti collaterali si verificano più comunemente a carico della cute, come prurito, orticaria, eruzioni maculopapulari, alcune volte squamose o purpuriche e raramente esfoliative. In questi casi, la terapia con Zyloric deve essere interrotta immediatamente. Tali reazioni avverse si verificano con più incidenza in coloro che sono in corso di trattamento con amoxicillina. L’ allopurinolo provoca sonnolenza per cui è controindicato guidare veicoli in seguito al trattamento. Non assumere in gravidanza ed allattamento.

NOTE: Lo Zyloric, a base di allopurinolo, è uno dei farmaci più tollerati e più efficaci nel trattamento e prevenzione dell’uricemia. Da qualche tempo, però, sul mercato si è affacciato un altro attivo ugualmente efficace, il Febuxostat, un nuovo inibitore selettivo non-purinico della xantina ossidasi, che rappresenta una potenziale alternativa all’Allopurinolo nei pazienti con iperuricemia e gotta. Uno studio comparativo tra i due principi attivi condotto presso l’Università di Chicago su circa 750 pazienti, trattati con allopurinolo e febuxostat, ha dimostrato che  il Febuxostat, assunto con un dosaggio giornaliero di 80mg o di 120mg, è più efficace del trattamento standard nel ridurre l’uricemia. Tuttavia, non è stata evidenziata differenza tra i trattamenti riguardo alla riduzione degli attacchi di gotta e dell’area del tofo. E’ da notare, però, che due pazienti trattati con la nuova molecola sono deceduti.

Altri prodotti per la riduzione dell’acido urico ed il trattamento delle patologie associate: Allorit, Uricemil, etc

[Fonti principali: AAVV, MedicineLab.net; AAVV, MedicineLab.net; AAVV, Xagena.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.