Preoccupati per l’alito cattivo? Un test tascabile vi dice se siete pronti per il bacio

di Paola 3

Molte persone, prima di baciare qualcuno, effettuano un rapido soffio in una mano per controllare se il loro alito è adatto ad un “faccia a faccia”, ma anche per un colloquio di lavoro, o anche solo per avvicinarsi ad una persona speciale. Ora dei ricercatori israeliani hanno sviluppato un kit in formato tascabile per provare se l’alito ha un cattivo odore.

Ecco il funzionamento. Semplicemente tamponando un po’ di saliva sulla piccola finestra dove c’è scritto OkayToKiss, compare il risultato sotto forma di lucina: blu (avete bisogno dello spazzolino da denti), giallo (alito a prova di bacio).

OkayToKiss diventa blu se una persona ha in bocca enzimi prodotti dai batteri Gram-positivi. La presenza di questi enzimi significa che la bocca produce i batteri che favoriscono l’alito cattivo

ha affermato Mel Rosenberg, uno scienziato della Tel Aviv University, Israele.

Il dispositivo si basa sulla tecnica chiamata “colorazione di Gram“, che classifica i batteri in positivi e negativi. Gli scienziati precedentemente credevano che un tipo di batteri, noti come Gram-negativi, erano i principali colpevoli dell’alito cattivo. Tuttavia, Rosenberg e il Dr. Nir Sterer hanno scoperto che sono proprio i batteri Gram-positivi alla base dell’alito pesante. Prove di laboratorio in cui sono cresciuti i batteri negli strati di biofilm hanno rilevato che i batteri Gram-positivi creano enzimi che eliminano le parti zuccherine delle proteine. Questo rende più facile per i batteri Gram-negativi il lavoro di “appesantire” l’alito.

L’OkayToKiss è già disponibile sul mercato in dimensioni simili ad un pacchetto di gomme da masticare, per poter essere portato facilmente in tasche o borse. I ricercatori dicono che può favorire una migliore igiene orale, perché porterebbero gli interessati, soprattutto adolescenti che poco ci pensano ai problemi della bocca, a lavarsi i denti quando ce n’è bisogno. Oltre agli evidenti benefici sociali. I biomarcatori che appaiono in OkayToKiss hanno inoltre potenzialità in numerosi strumenti diagnostici, in particolare test di gravidanza fai da te e test del glucosio per i diabetici.

[Fonte: Livescience]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>