I cellulari non provocano tumori al cervello

di Marco Mancini 1

Uno dei più grandi studi sul dilemma dei telefonini, durato 30 anni, è stato effettuato in Scandinavia, e non mostra alcun legame tra l’uso del cellulare e i tumori cerebrali. Anche se l’uso della telefonia mobile ha cominciato a dilagare nel 1990, i tumori cerebrali non sono diventati più comuni in questo periodo, spiegano i ricercatori sul Journal of National Cancer Institute.

Alcuni gruppi di attivisti ed alcuni ricercatori hanno sollevato preoccupazioni circa un collegamento tra i cellulari e vari tipi di cancro, compresi i tumori cerebrali, anche se anni di ricerca non sono riusciti a stabilire una connessione.

Non abbiamo rilevato alcun cambiamento chiaro nelle tendenze a lungo termine nel tempo sull’incidenza dei tumori cerebrali

ha spiegato Isabelle Deltour della Danish Cancer Society. La squadra di Deltour ha analizzato i tassi di incidenza annuale di due tipi di tumore al cervello, glioma e meningioma, tra gli adulti di età compresa tra 20 e 79 anni provenienti da Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia dal 1974 al 2003. Questi Paesi hanno tutti i registri dei tumori che tengono un conteggio dei casi di cancro. In questi 30 anni, a quasi 60.000 pazienti sono stati diagnosticati tumori cerebrali.

In Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia, l’uso dei telefoni cellulari è nettamente aumentato a metà degli anni ’90, quindi gli andamenti nel tempo sull’incidenza del tumore al cervello dopo il 1998 possono fornire informazioni sui rischi connessi tra il tumore e l’uso del telefono cellulare.

Si è registrato un piccolo costante aumento nei tumori cerebrali, ma questo è iniziato nel 1974, molto prima che esistessero i cellulari. Dal 1974 al 2003, il tasso di incidenza del glioma è aumentato dello 0,5% l’anno tra gli uomini e dello 0,2% tra le donne. L’incidenza dei tumori meningioma è aumentata dello 0,8% all’anno tra gli uomini, e del 3,8% tra le donne a partire dalla metà degli anni ’90. Ma questo era per lo più tra le donne di età superiore ai 60 anni, che avevano già più probabilità di avere tumori al cervello.

Nel complesso, non vi era alcun pattern significativo, hanno spiegato i ricercatori.

Nessun cambiamento nel trend di incidenza è stato osservato tra il 1998 e il 2003

hanno aggiunto. E’ possibile, spiega la squadra di Deltour, che ci vogliano più di 10 anni per causare i tumori da telefoni cellulari, ma questi sono troppo rari per mostrare una tendenza utile. E’ altrettanto possibile che i cellulari non causino tumori al cervello, hanno aggiunto.

Infatti la maggior parte degli studi scientifici dimostrano che non c’è alcuna associazione tra l’uso del cellulare e i tumori al cervello e i ricercatori che hanno cercato una connessione non sono riusciti a trovare una spiegazione biologica su come un telefono cellulare possa provocare il cancro.

[Fonte: Yahoo]