Salute, il ruolo della prevenzione

di Cinzia Iannaccio 0

E’ comparso uno strano neo sul vostro braccio, per un attimo vi ha creato perplessità, poi siete andati al lavoro. Avete mal di testa ricorrenti, ma siete sicuri sia colpa del tempo. Avete difficoltà nei rapporti sessuali, ma vi imbarazza parlarne con qualcuno. Non avete mai fatto una visita senologica o un pap test? Sì è vero, sono cose importanti e lo sapete, per questo la prossima volta dal ginecologo affronterete l’argomento. Già, la prossima volta, poi lo farò, andrò a farmi visitare.

Il concetto del poi va forse rivisto. I bambini non hanno idea di cosa significhino le parole adesso, domani e poi. Ma gli adulti sì e non abbiamo scuse se evitiamo di prenderci cura di noi, perché sappiamo che quel poi, coinciderà con il quando non se ne può fare più a meno. Il problema è che siamo sempre di corsa e, seppure siamo così bravi da non farci mancare la palestra tre volte a settimana, siamo invece lì a trascurare aspetti fondamentali della nostra vita, ovvero i segnali che ci da il nostro corpo.

Se ci gira spesso la testa, può dipendere da sbalzi di pressione e se ci sentiamo sempre troppo stanchi può trattarsi di un principio di anemia. Se si riesce ad andare dal parrucchiere si può trovare anche il tempo di andare dal cardiologo o dal ginecologo! E non bisogna lasciarsi condizionare dall’imbarazzo: se si hanno disturbi dell’erezione, l’andrologo è la persona da contattare. Tutti questi esempi ci devono far riflettere. Molte di queste situazioni possono indicare patologie semplici e facilmente curabili quindi perché non farsi visitare ed eliminare il fastidioso sintomo?

Nel caso si tratti invece di malattie serie, la diagnosi precoce è sempre la migliore delle armi. E’ possibile che i nostri ritmi siano così serrati da non permetterci una pausa? E non mettiamo la scusa di non poter mancare in ufficio: tutti siamo sostituibili ed esistono strutture ed ambulatori, sia pubblici che privati che aprono alle 6 di mattina e chiudono a sera inoltrata.

Allora fate questa prova: se avete un minimo disturbo, trovate il giusto specialista e andateci. Fare qualcosa per la vostra salute, anche una banale visita medica, vi farà subito sentire meglio: un toccasana. Se non vi verrà riscontrato nulla, vi sentirete felici e leggeri. Una terapia potrà risolvere una eventuale patologia ed ulteriori accertamenti diagnostici vi accompagneranno lungo una nuova strada, importante, quella della sicurezza di stare bene o di essere arrivati in tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>