I bambini adottati da coppie omosessuali si sviluppano come quelli di coppie etero

di Marco Mancini 1

In un periodo in cui il dibattito se permettere l’adozione alle coppie omosessuali in Italia è molto acceso, una ricerca che arriva dall’America è destinata a far discutere. Stando a quanto hanno scoperto i ricercatori dell’Università della Virginia, i bambini adottati da genitori gay o lesbiche si sviluppano allo stesso identico modo di quelli adottati dalle coppie eterosessuali, sfatando così il “mito” secondo cui un bambino, per crescere bene, ha bisogno di un padre e di una madre.

I ricercatori hanno esaminato 106 bambini adottati in età prescolare che vivono in diverse parti degli Stati Uniti ed hanno rilevato che tutti sono stavano bene e si sviluppavano correttamente, indipendentemente dal fatto che i loro genitori adottivi fossero gay, lesbiche o eterosessuali. Inoltre, anche i figli che non erano più in fase di sviluppo mostravano un comportamento nei confronti dei genitori non in base al loro orientamento sessuale ma, come avviene ovunque, in base a come loro li trattavano.

Tutti i bambini dello studio erano stati adottati alla nascita, secondo il rapporto pubblicato sulla rivista Applied Developmental Science. Nello studio si legge:

Abbiamo scoperto che i bambini adottati da coppie gay e lesbiche sono ben sviluppati. I nostri risultati non forniscono alcuna giustificazione per negare ai futuri genitori adottivi gay o lesbiche la possibilità di adottare dei bambini. Con migliaia di bambini che hanno bisogno di una casa negli Stati Uniti, i nostri risultati suggeriscono che dell’apertura verso i futuri genitori adottivi gay e lesbiche potrebbero beneficiare i bambini in uno stato di bisogno

riferisce il ricercatore capo Charlotte J. Patterson, docente di psicologia alla University of Virginia. L’adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso è controversa negli Stati Uniti, e alcuni stati (Florida, Mississippi e Utah) vietano ancora l’adozione come avviene anche in Italia.

Nel nostro Paese infatti l’adozione viene concessa, salvo rarissime eccezioni, esclusivamente alle coppie sposate, ma non essendo riconosciuto il matrimonio gay, o altre forme di convivenza riconosciute dalla legge, quest’eventualità non può essere nemmeno presa in considerazione. Negli ultimi anni sono sempre più i Paesi che, in tutto il mondo, stanno considerando quest’eventualità, e questa ricerca va verso la direzione di una decisione positiva.

[Fonte: Health24]