Seno tono su tono: massaggi, creme e coppe elettroniche

di liulai 1

 

Una delle zone più fragili e delicate è il seno, sostenuto solo dal tessuto cutaneo e da fibre muscolari: il ruolo dell’attività fisica e dei cosmetici è di migliorare il trofismo e la tenuta delle fasce muscolari, rendere tonica e com­patta l’epidermide che in questo caso svolge il doppio compito di contenitore e di sostegno, e migliorarne anche l’aspetto estetico che, diciamocelo, è la prima delle vostre preoccupazioni ora come ora!

 

Sport: i vantaggi del nuoto. L’esercizio fisico è sempre un ottimo supporto perché il seno, che di muscoli propri non ne ha, sfrutta quelli che partono dalle ascelle ed arrivano trasversalmente al collo. Per una azione mirata lo sport che più aiuta a ras­sodarlo è il nuoto sia perché le bracciate esercitano proprio i muscoli di cui il seno si serve per stare su, sia perché il contatto con l’acqua fredda tonifica la pelle. In palestra usate sempre un reggiseno che contenga senza costringere, sostenga e protegga da traumi e oscillazioni.

 

L’esercizio: lo schiaccianoci. E’ uno dei movimenti più noti e semplici ma questo non lo rende meno efficace. Si può eseguire in un momento qualsiasi della giornata e rafforza, senza troppa fatica, il pettorale: palmo contro palmo, inspirando, portate i gomiti in alto, unite e stringete le mani esercitando una forte pressione, proprio come se si dovesse schiacciare una noce. Reggete per almeno tre secondi poi rilassatevi espirando. Se ci riuscite ripetete 20 volte.

 

Cosmesi: fitoestrogeni e vitamine. I prodotti specifici devono prevenire il rilassamento, contrastare la disidratazione, le smagliature e i danni del­l’invecchiamento … un miracolo? Non esattamente, perché nella loro formulazione sono presenti il collagene e l’elastina, normalmente contenuti nel derma, che hanno proprietà di idratazione, di sostegno e di protezione. Altri preziosi ingredienti sono i fitoestrogeni, ricavati soprattutto da soia e luppolo, che hanno un effetto tonifi­cante, rassodante e rivitalizzante, poi avena, grano saraceno ed estratto di uva nera che, per le proprietà an­tiossidanti, svolgono una azione protettrice sull’apparato circolatorio e anche sulle cellule dell’epitelio mammario; vitamina E e vitamina B6 che proteggono contro l’invecchiamento dei tessuti. Per i massaggi, in­fine, sono perfetti gli oli di mandorle, di germe di grano o d’oliva.

 

Modalità d’uso: applicare quotidianamente il prodotto fino a completo assorbimento con un leggero massag­gio circolare verso il collo per stimolare la microcircolazione cutanea e favorire l’assorbimento dei principi at­tivi, senza passare sul capezzolo. Ottimo l’abbinamento con trattamenti antismagliature. Per un effetto-urto si può ricorrere anche alle coppe stimolanti elettroniche: si applicano al seno dopo aver steso il gel in dotazione, oppure un prodotto cosmetico, e producono un delicato massaggio, graduabile nell’intensità, che attiva la vasodilatazione rassodando i tessuti. E dite pure addio all’invidia per le ventenni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>