Viso ed occhi: i consigli dei dermatologi per combattere le rughe

di Cinzia Iannaccio Commenta

 Viso ed occhi, le parti più esposte al confronto quotidiano con il prossimo e con lo specchio e al contempo quelle caratterizzate da una pelle particolarmente sensibile e soggetta a manifestare i segni del tempo: le rughe. Numerose sono oggi le tecniche per combatterle, grazie alle moderne acquisizioni della ricerca scientifica in campo di bellezza, ma molto si può fare anche per prevenire. Una sorta di vero e proprio decalogo è stato stilato a conclusione dell’incontro internazionale che si è svolto a Capri “Corso pratico di Cosmetologia Hair&Nail and Anti-Aging” organizzato dalla Clinica Dermatologica dell’Università di Napoli Federico II e dall’Università di Miami in Florida. Eccolo:

  1. Utilizzare occhiali da sole
  2. Creme nutrienti, usare quelle specifiche per il viso (diverse dal corpo)
  3. Applicare le protezioni solari (sempre, in ogni stagione e soprattutto in estate)
  4. Struccare gli occhi con prodotti specifici e delicati: evitate ad esempio quelli a base alcolica
  5. Attenzione al rimmel e alle matite per occhi che si scelgono, possono contenere nichel
  6. Usare cosmetici testati e sicuri: possono provocare allergia o irritazione

Se invece si vuole ricorrere a qualche ritocchino vanno tenuti presenti altri consigli:

  1. No ai filler semipermanenti, sì invece alle sostanze che si possono riassorbire
  2. Sì in particolare all’acido ialuronico che dona alla pelle una certa consistenza (è la sua mancanza che dà luogo alla formazione di rughe ed inestetismi di vario tipo)
  3. Sì anche al needling per alleggerire i segni dell’acne oltre che le classiche zampe di gallina
  4. Sì infine alla radiofrequenza per combattere rughe e rilassamento cutaneo.

Il tutto ovviamente solo ed esclusivamente in mani professionali: un esperto chirurgo plastico o specialista in dermatologia. E’ buona norma almeno una volta l’anno (magari proprio in questo periodo in cui ci si prepara all’esposizione al sole), fare un check-up della pelle. E’ l’occasione per controllare lo stato dei nei e dunque agire preventivamente contro il melanoma, ma anche più semplicemente per chiedere al dermatologo consigli personalizzati su fotoprotezione ed idratazione.

Articoli correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>