Dipendenza da antidolorifici, conseguenze e sintomi

di Valentina Cervelli Commenta

Conseguenze e sintomi della dipendenza da antidolorifici: quali sono? Spesso si tende a fare di questo genere di farmaci un abuso piuttosto che un uso corretto. Vediamo insieme a cosa si va incontro con questo tipo approccio.

Per prima cosa bisogna sottolineare che una delle più grandi cause della dipendenza da antidolorifici va riscontrata nella facilità di accesso che si ha a queste sostanze. Nella maggior parte dei casi, infatti, si parla di medicinali da banco acquistabili senza ricetta: quanti antidolorifici si possono prendere al giorno senza sperimentare problemi? E’ una domanda che ben poche persone si pongono.

Conseguenze della dipendenza da antidolorifici

La dipendenza da antidolorifici, come indicato in precedenza, nasce da un utilizzo esagerato che si fa degli stessi non tenendo conto delle potenziali reazioni del proprio organismo. Non si tratta infatti solamente di un problema di assuefazione. Si rischia di incorrere in sovra-dosaggi e nello sviluppo di patologie a carico dell’apparato digerente, del fegato o del sistema nervoso a seconda della classe di sostanze utilizzate. Un esempio? Una delle prime conseguenze dell’abuso di antidolorifici è la comparsa della cefalea da rimbalzo. Esso è il mal di testa causato dall’abuso di antinfiammatori e farmaci contro il dolore.

Non solo: la classica sintomatologia della dipendenza può portare a sviluppare i classici comportamenti antisociali ed i problemi psicologici che compaiono quando si abusa di sostanze stupefacenti.

Sintomi dipendenza da antidolorifici

I sintomi della dipendenza da antidolorifici sono facilmente riconoscibili, essendo gli stessi in comune con quelli della maggior parte delle droghe:

  • Aumento nell’uso dovuto alla tolleranza al farmaco sviluppata
  • Sbalzi di umore, energia e concentrazioni
  • Calo nei rapporti sociali di qualsiasi tipo
  • Uso prolungato del farmaco anche in assenza di patologia
  • Impegno nell’ottenere prescrizioni in caso siano necessarie
  • Declino igiene personale
  • Cambiamento abitudini alimentari
  • Disturbi del sonno
  • Occhi rossi e vitrei
  • Perdita di senso della responsabilità
  • Allucinazioni (nei casi più gravi)
  • Amnesie temporanee e problemi di memoria.

E come sempre accade per chi soffre di una dipendenza, per trovare una soluzione è necessario chiedere aiuto a personale esperto.

Fonte | Webmd

Photo Credit | Pixabay

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>