Amenorrea e testosterone alto nelle donne: ovaio policistico?

di Cinzia Iannaccio Commenta

 Amenorrea a 25 anni, aumento di peso, valori di testosterone alto, sono sintomi di un qualcosa che non va nel proprio organismo: ce ne chiede lumi una lettrice nel nostro spazio “Chiedi all’esperto, Consulti Online su Medicinalive”. Risponde l’endocrinologo, dottor Mario Francesco Iasevoli.

Descrizione dettagliata del problema:

“Spett.le dottore, ho 25 anni, sempre sana e robusta, scrivo in quanto non so più che pesci prendere: sono frustrata, avvilita e oltre che fisicamente anche emotivamente affranta,brevemente la mia storia e alcuni valori significativi. Anni fa forse 4 o 5 ho abusato di qlc pillola del giorno dopo in piu non so se è importante, poi nel 2010 circa mi compare improvvisamente una brutta acne cistica che all’ epoca il dermatologo mi curò con la pillola yasmine. Lo faccio x 2 anni circa e tutto va bene:  l’ acne, il corpo, il ciclo, ect.

A novembre di quest’ anno decido di interrompere. Le mestruazioni mi vengono fino a gennaio regolari poi a febb. no e infine da Marzo più nulla (Amenorrea NDR). A maggio decido di farmi una puntura di quelle che ti fa venire un emorragia finta in pratica, poi finalmente il primo vero ciclo a agosto.

Naturalmente vado da un endocrinologo: la tiroide è ai limiti della norma in quanto sottoposta a notevole stress ormonale dovuto ad un testosterone alto; le ovaie sono ok ma presentano microcisti che tra le altre cose non avevo prima di prendere yasmine. L’unica cura mi ha detto è yasminelle sono alla seconda meta del primo blister, ho perdite e emicrania ma soprattutto lievito ancora nonostante stia seguendo un regime ipocalorico. da marzo ad oggi ho messo su quasi 10 kg seguo una vita sana amo le fibre,  le verdure, bevo moltissimo nonostante credo di non drenare e urinare abbastanza sono disperata chiedo aiuto!!!”

Specializzazione: Endocrinologia e Malattie metaboliche

Tipo di Problema: amenorrea testosterone alto

La risposta è del dottor Mario Francesco Iasevoli specialista in endocrinologia e malattie del metabolismo presso l’Unità Operativa Complessa Endocrinologia-Azienda Ospedaliera Universitaria II Policlinico-Sun di Napoli.

“Cara signora, il suo quadro mi fa sospettare una sindrome dell’ovaio policistico classica. L’assunzione, anche se scorretta, di pillola abortiva non può di certo aver influenzato il suo quadro. L’acne è correlata agli alti livelli di androgeni che il suo dermatologo ha giustamente tenuto opporruno curare con un estroprogestinico. E’ tipico di tale patologia l’assenza di ovulazione, alternata ad ovulazione corretta. I limiti di cui parla per quanto riguarda gli ormoni tiroidei e il Tsh non è chiaro se siano limiti alti o bassi, ma sospetto che le sue gonadotropine(FSH. LH) influenzino il TSh rendendolo ai limiti alti.

Ora bisognerebbe capire il  suo assetto ormonale allo stato attuale e se l’eco ovaio è stata fatta entro la prima settimana di ciclo ovarico. Se non ha ovulato è del tutto normale che l’ovaio sia microcistico. Dunque per prima cosa controlli se ha fatto FSH,LH, E2, Estrone, Delta-4 Androstenedione, DHEAS, Testosterone libero, Insulinemia basale, glicemia e TSH entro il V giorno di ciclo ovarico; se non è così li dovrebbe ripetere dopo sospensione dell’estroprogestinico ed eventuale stimolazione con progesterone.

Se è una chiara sindrome dell’ovaio policistico con LH alto, rapporto LH/FSH pari a 1,5, androgeni alti e estradiolo basso, allora l’unica cura rimane mettere a riposo l’ovaio con l’estroprogestinico; ad esso può associare integratori a base di acido folico e inositolo e si potrebbe optare anche per una cura con metformina se si rivela un‘insulinemia basale alta.

I disagi che lei riscontra all’assunzione dell’estroprogestinico sono frequenti soprattutto alle prime somministrazioni. Dovrebbe continuare a prenderlo ed eventualmente, se continuano gli effetti collaterali, passare ad un altro estroprogestinico. Yasminelle è un farmaco in genere ben tollerato e a basso dosaggio proprio per ridurne le reazioni avverse. La ritenzione idrica, già tipica delle donne, è logicamente aumentata in chi assume contraccettivi orali. Sospetto che lei sia molto edematosa e perciò le consiglio di bere thè verde sfuso ogni mattina a piccoli sorsi in dose da 500 ml(fatta con 500 ml di acqua e 2 cucchiai di the verde sfuso); a ciò associ una tisana drenante la sera che le potrà indicare una buona erboristeria.

Inoltre è fondamentale fare attività fisica tre volte a settimana da associare ad una dieta si ipocalorica ma non troppo carente, equilibrata e priva di zuccheri semplici.

Viva tutto con tranquillità e serenità perchè lo stress con cui affronta il problema non permette di dimagrire e peggiora i sintomi da lei elencati.  Spero di essere stato in grado di aiutarla. In bocca al lupo e coraggio che non sono questi i veri problemi nella vita. Saluti.

[email protected]

Se avete altri quesiti da porre visitate la pagina Consulti Online su Medicinalive.

Si ricorda inoltre che: non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>