Come viene fatto un ago aspirato alla tiroide, VIDEO

di Cinzia Iannaccio Commenta

Come viene fatto un ago aspirato alla tiroide? Fa male? E’ pericoloso? E dopo quanto si hanno i risultati? Ci possono essere rischi anche dopo, con effetti collaterali? Chissà quante volte gli specialisti in endocrinologia sentono porsi queste domande. Sono ansie normali e di riscontro comune, quasi quanto i noduli tiroidei sui quali si fa. Il video che segue risponde a tutte le domande, illustrando la procedura passo dopo passo.

Dal video ecco quindi le risposte:

Quando si fa l’ago aspirato?

L’ago aspirato si fa quando il nodulo alla tiroide riscontrato con una ecografia è più grande di un cm, il paziente ha familiarità con il tumore tiroideo, oppure si tratta di noduli in crescita e/o dagli aspetti ecografici sospetti (vascolarizzazione, margini irregolari, ecc.).

Fa male?

Solitamente non richiede neppure l’anestesia locale: non è doloroso, ma il sottile ago utilizzato può dare un lieve fastidio quando penetra attraverso la pelle e mentre si effettua l’aspirazione. I pazienti riferiscono in genere la sensazione di un pizzicore ed anche quella di un formicolio nelle orecchie: è normale, non c’è da preoccuparsi.

Quanto dura?

Come avete visto dal video il tutto non dura più di un minuto e subito dopo si può tornare a vita normale senza particolari accortezze per il paziente. Il medico, una volta effettuato il prelievo allestisce il materiale su vetrino per il cosiddetto “striscio” osservabile al microscopio: è la metodica ancora più diffusa in quanto rapida ed economica. In alternativa qualcuno utilizza sistemi automatizzati, che riducono il margine d’errore tipico dell’allestimento del materiale sul vetrino, ma che decisamente sono più costosi.

L’ago aspirato è pericoloso? Quali rischi comporta?

Non è una procedura pericolosa ma può comportare dei piccoli rischi:

  • Lieve sanguinamento
  • Ematoma in prossimità della tiroide ma che si riassorbe da solo in pochi giorni e senza lasciare strascichi
  • Infezione della pelle nell’area della penetrazione dell’ago
  • Lesioni a strutture vitali del collo (arterie, vene, nervi, eccetera)-si tratta di eventi estremamente rari

 

Si effettua sotto guida ecografica che in mani esperte rende questi rischi bassissimi, praticamente nulli. Per evitare il sanguinamento e gli ematomi in genere basterà applicare del ghiaccio localmente per pochi minuti; in caso di utilizzo di antiaggreganti (aspirina ad esempio) o anticoagulanti (come il warfarin) occorrerà parlarne con lo specialista ed eventualmente sospendere la terapia per il tempo necessario.

Effetti collaterali?

L’agoaspirato della tiroide non comporta effetti collaterali sul lungo termine (non ha neppure controindicazioni) o sul breve termine tranne quelli appena descritti e comunque rari. Assolutamente va sfatata l’idea che questo esame possa –in caso di tumore della tiroide- favorire una diffusione delle cellule neoplastiche: si tratta di una credenza popolare negata dall’evidenza scientifica (sia nel caso della tiroide, che della mammella ed in tutti gli altri casi in cui si può effettuare un ago aspirato.

 

I risultati in quanto tempo si hanno? L’esito è decisivo?

I risultati si hanno in pochi giorni, dipende dalla struttura (nel pubblico possono essere più lunghi i tempi anche 15 -20 giorni):  va sottolineato che le cellule prelevate saranno finalizzate ad un esame citologico e non istologico (come la biopsia), ma che comunque sarà risolutivo nello stabilire se il nodulo alla tiroide è maligno o benigno. In particolare se si riscontrerà un nodulo benigno non ci sarà altro da fare che tenere la situazione sotto controllo con regolari follow-up; in caso di malignità sarà necessaria l’asportazione chirurgica. Altresì sarà necessario ripetere l’agoaspirato in caso di risultati dubbi o di esame non effettuato correttamente.

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post per approfondimento:

Nodulo tiroideo vascolarizzato e disomogeneo, maligno?

Nodulo alla tiroide maligno o benigno? Endocrinologo risponde

Ago aspirato nodulo alla tiroide, quando necessario?

Noduli tiroide ed ago aspirato, endocrinologo risponde

 

In caso di dubbi o curiosità su questo argomento potete utilizzare la nostra sezione dedicata ai consulti online riempiendo il modulo al seguente link:  “Chiedi all’esperto: Consulti Online su Medicinalive”

E’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>