Epatite B sintomi da non trascurare

di Cinzia Iannaccio Commenta

In genere durante la fase iniziale di un’infezione da Epatite B (che colpisce il fegato) non si verificano sintomi specifici. Tuttavia l’epatite B in alcuni casi può avere una forma acuta con sintomi che durano anche diverse settimane. I campanelli d’allarme di questo virus si manifestano invece comunemente in una fase più avanzata, specie nelle forme croniche, quando ormai si è avuto un danno al fegato. Vediamo insieme quali sono i sintomi di epatite B acuta e cronica e cosa fare.

Epatite B sintomi

 

Quali sono i sintomi di epatite B acuta ?

Con questo termine si indica la malattia che compare da 1 a 4 mesi dal contagio del virus. Solo tra il 30 ed il 50% degli adulti sviluppa sintomi significativi durante questa fase. In questa eventualità si tratta di disturbi aspecifici (ovvero potenzialmente riconducibili a numerose altre condizioni di salute) e sono i seguenti:

  • Febbre
  • Senzazione generale simil-influenzale
  • Dolori articolari
  • Affaticamento
  • Perdita di appetito
  • Nausea
  • Ittero (ingiallimento della pelle e delle sclere degli occhi)
  • Dolore nella parte superiore destra dell’addome (dovuta al fegato infiammato).

Il tutto con gravità diversa tra individuo ed individuo. Di solito la terapia è mirata al controllo di questi sintomi. Raramente un’epatite acuta riesce a provocare danni al fegato tali da non renderlo più funzionante, ma può capitare: si parla in questi casi di “epatite fulminante”, condizione che può mettere a repentaglio la vita e che necessita di una valutazione per il trapianto di fegato.

 

 

Quali sono i sintomi di epatite B cronica ?

Più comunemente l’infezione da virus di epatite B da origine ad una forma cronica e silente della malattia che si manifesta poi nel tempo a causa di danni al fegato. Questo è un organo vitale, con molte funzioni: nel sistema immunitario, nella digestione producendo bile, nella coagulazione del sangue, elaborazione dei farmaci, abbattimento delle sostanze tossiche in circolo, ecc. Coloro che sono affetti da epatite b cronica con il passare del tempo sviluppano sintomi relativi ad un’anomalia di queste funzioni e variano in gravità ed intensità in base al danno epatico subito: si va da piccoli disturbi digestivi, fino alla cirrosi o insufficienza epatica. La maggior parte dei pazienti con epatite cronica B rimangono senza sintomi per molti anni o decenni. Durante questo periodo, gli esami ematici della funzionalità epatica possono risultare normali o solo lievemente anomali.

 

 

 

Leggi anche:

Diagnosi HIV e epatite B con nuovi test più semplici | MedicinaLive

Poliomielite, difterite ed epatite B stanno tornando? | MedicinaLive

Fonte: OMS, Medicinet.com

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>