Russare fa male…a chi ci dorme accanto!

di Salvina 1

Vostro marito (o vostra moglie!) russa? Bene, sappiate che la vostra salute è in pericolo. La scoperta è di un gruppo di ricercatori londinesi dell’University College e dell’Imperial College, ed è stata resa nota dal “Daily Mail”. Oltre al rischio di perdere sonno le persone che dormono accanto a qualcuno che russa corrono infatti il rischio di andare incontro a patologie cardiovascolari, renali e neurologiche.

Il pericolo non riguarda soltanto chi trascorre le notti insonni a cercare di porre rimedio al rumore molesto emesso da quello che dovrebbe essere l’oggetto del loro desiderio amoroso, ma anche quelli che sostengono di essersi ormai abituati al russare fragoroso del loro compagno e di riuscire a dormire lo stesso, riferendo addirittura, in alcuni casi, di non riuscire a prendere sonno se non sentono questo rassicurante frastuono. Lo studio inglese ha trovato infatti che dormire accanto a una persona che russa può indurre un aumento della pressione sanguigna con conseguenze nefaste sulla salute e predisporre a infarto, blocco renale e demenza .


I ricercatori hanno inoltre scoperto che il rumore emesso da chi russa può essere equiparato, per decibel, a quello di un aereo o di un treno che passi vicino casa mentre dormiamo, o cerchiamo di farlo. Lo studio, pubblicato sulla rivista “European Hearth Journal” pone in rilievo l’analisi di 140 cavie che vivono vicino all’aeroporto londinese di Heathrow per le quali si è riscontrato un aumento della pressione sanguigna in particolare in risposta ai rumori sopra sopra i trentacinque decibel. A questo punto risulta molto allarmante apprendere che chi russa appassionatamente può superare i novanta!

Ma anche chi russa, il cosiddetto roncopatico, non è messo molto meglio. Nonostante si abbia l’impressione che dorma beatamente, facendolo apparire ai nostri occhi un aguzzino, anche la sua salute può risentirne. Anche chi russa infatti è soggetto allo sviluppo di patologie cardiovascolari , può incorrere in episodi di apnea notturna ed essere affetto da uno stato di sonnolenza cronica causato dalla cattiva ossigenazione del sangue. Vale quindi la pena di tentare qualche rimedio prima di rimetterci entrambi la salute e, a volte, il matrimonio! Anche in questo caso vale il consiglio di sempre…rivolgetevi a un medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>