Trapianti: musica classica combatte il rigetto?

di Valentina Cervelli 1

 Trapianti: può la musica classica essere un’arma efficace contro il rigetto dell’organo negli umani? E’ questo che si domandano gli scienziati della Teikyo University di Tokyo, autori di una curiosa ricerca condotta su modello animale che dimostrerebbe come l’ascolto di questa particolare tipologia di musica sia in grado di aiutare l’organismo a combattere la sua battaglia “immunitaria” contro gli organi trapiantati.

Già in passato gli effetti della musicoterapia sono stati oggetto di numerosi studi. L’ascolto di brani musicali, privi di parole o meno, hanno dimostrato la loro efficacia sul corpo umano migliorando lo stato di stress e funzionando da coadiuvante per le terapie cliniche applicate in base alla patologia. In alcuni casi ha addirittura dimostrato di avere capacità anti-ipertensive.

La ricerca in questione, pubblicata sulla rivista di settore Journal of Cardiothoracic Surgery, ha rilevato come l’ascolto di musica classica sia in grado di influenzare il sistema immunitario di queste cavie portandoli a ridurre le probabilità di rigetto in caso di trapianto di cuore. Sebbene sia stato rilevato un tale comportamento, ancora non si conosce il meccanismo che scatta all’interno del cervello e del nostro sistema di “protezione” correlandoli in tale maniera.

Al momento sono presenti solo alcune prove in grado di dimostrare che la musica agisca attraverso il sistema nervoso parasimpatico, adibito a funzionare sulle funzioni corporee per le quali l’essere umano non ha un controllo diretto. Non tutta la musica sembra agire in questo modo, almeno nell’eventualità del trapianto di cuore. Gli stessi effetti non sono infatti stati rilevati sui topi operati nel caso di brani new age.

Spiega il coordinatore della ricerca Masanori Niimi:

I topi che hanno ascoltato l’opera avevano livelli più bassi d’interleuchina-2 e d’interferone gamma. Avevano anche livelli più alti di molecole con funzione antiinfiammatoria. Sembra che la musica influenzi davvero il sistema immunitario, anche se il meccanismo alla base di questo processo non è ancora chiaro. Senza contare che questo studio ha analizzato solo una selezione limitata di compositori.

Photo Credit | Thinkstock

Articoli Correlati:

Ipertensione, abbatterla con la musica

Malati terminali: la musica può aiutare

Fonte: JCS

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>