Orgasmo senza sperma, che fare?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico
Gentili Signori, ho 47 anni, non soffro di diabete e non ho problemi neurologici, e da qualche mese, mi sono accorto, soffro di un orgasmo asciutto, senza sperma, e con poco piacere, sia durante il rapporto sessuale che durante la masturbazione. Sono bipolare, e prendo 750mg di Carbolithium al giorno, di cui 300mg la mattina, assieme al Pantoprazolo 40, Sequacor 2,5, Domperidone 20mg, e la sera 450mg di Carbolithium, 100mg di Nozinan e 1mg di Risperdal. Escluderei le cause psicologiche, perché vivo bene la sessualità, anche se di questo disturbo ho problemi a parlarne, e ho letto che per una causa organica forse potrei prendere dei simpaticomimetici: o vi chiedo gentilmente se c’è qualcosa che io possa prendere per far tornare lo sperma e migliorare l’orgasmo? Vi ringrazio per tutto l’aiuto che mi potete dare. Cordialmente.

Specializzazione: Andrologia

Tipo di problema: orgasmo senza sperma

 

 

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per appuntamenti  Email: [email protected] Segreteria cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81. Si prega di utilizzare il numero telefonico ESCLUSIVAMENTE per appuntamenti e non per richieste di ulteriori consulti.

Salve, di certo i disturbi che accusa sono legati alla politerapia che assume che in parte riduce la potenza dell’orgasmo e la libido e in parte riduce l’eiaculato. Può solo provare a cambiare terapia con un altra classe farmaceutica che ha meno effetti collaterali sulla sfera sessuale. Cordiali saluti

 

 

>> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

 

 

Per altri consulti visita la nostra pagina specifica: “Chiedi all’esperto: Consulti online su Medicinalive

E’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>