Gravidanza: si può viaggiare in aereo?

di Cinzia Iannaccio 0

Una donna incinta può viaggiare in aereo? Certamente sì, a patto che la loro gravidanza sia fisiologica, ovvero priva di complicanze. In realtà dunque benché non vi sia una concreta controindicazione è sempre buona norma chiedere consiglio al proprio medico ginecologo. Se tutto è a posto anche lui vi suggerirà di non viaggiare in aereo oltre la 36esima settimana di gestazione: non c’è nulla di pericoloso nell’alta quota, se non che la nascita di un bambino non è tra le emergenze che le hostess sono preparate a gestire (benché i casi non siano mancati).

Durante un volo infatti, anche con un medico a bordo, diventa impossibile gestire anche la più minima complicanza di un parto naturale. Per tale motivo alcune compagnie aeree vietano il decollo alle donne in gravidanza oltre la 36esima settimana e chiedono un certificato medico che ne attesti l’effettivo stato precedente.

Una volta accertata la possibilità di partenza, è consigliabile, all’atto della prenotazione, di scegliere una poltrona esterna, lungo il corridoio che permetta di alzarsi con frequenza per camminare un pochino per favorire la circolazione sanguigna; vanno indossati abiti comodi e calza contenitive per evitare trombosi ; bere molto, evitando le bibite gassate e zuccherine; allo stesso modo sono sconsigliati i pasti troppo copiosi. La cintura di sicurezza, all’occorrenza va allacciata sotto l’addome, nell’area pelvica. Ed il bambino che si porta in grembo?

Gli studi scientifici effettuati finora hanno evidenziato come non vi siano rischi legati all’altitudine, alle vibrazioni, o alle accelerazioni, sia in fase embrionale che in altre. L’unico problema riguarda le hostess in stato interessante che non possono volare per la carica di radiazioni che si può accumulare in numerosi viaggi consecutivi: può diventare pericolosa. Non è un rischio riconducibile alle donne che viaggiano in modo estemporaneo. Ovviamente una volta raggiunta la meta, soprattutto se ci si espone al sole, farlo con le dovute precauzioni. Buone vacanze a tutte le future mamme.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>