Nevralgia

di Marco Mancini 1

Nevralgia

La nevralgia è il dolore che segue il percorso di un nervo.

CAUSE: Le cause di nevralgia includono:

  • Alcuni farmaci;
  • Irritazione chimica;
  • Insufficienza renale cronica;
  • Diabete;
  • Infezioni come fuoco di Sant’Antonio, la sifilide e la malattia di Lyme;
  • Porfiria;
  • Pressione sui nervi da strutture vicine (per esempio, i tumori);
  • Gonfiore e irritazione (infiammazione);
  • Trauma.

In molti casi, la causa è sconosciuta. La nevralgia del trigemino è la più comune forma di nevralgia. Una nevralgia collegata ma non comune colpisce il nervo glossofaringeo, che fornisce la sensibilità alla gola. La nevralgia è più comune nelle persone anziane, ma può verificarsi a qualsiasi età.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Disfunzione della parte del corpo colpita a causa del dolore o debolezza muscolare a causa di danni del nervo motorio;
  • Maggiore sensibilità della pelle o intorpidimento della zona cutanea interessata (sensazione simile a un anestesia locale);
  • Dolore lungo il percorso di un nervo specifico;
  • Dolore diffuso, di solito sopra o vicino alla superficie del corpo, sempre nello stesso punto, lancinante, che va e viene (intermittente) o costante.

Ogni tocco o pressione provocano dolore. Anche il movimento può essere doloroso.

DIAGNOSI: Un esame può mostrare:

  • Sensazione anormale nella pelle;
  • Perdita dei riflessi tendinei profondi;
  • Perdita di massa muscolare;
  • Mancanza di sudorazione;
  • Mollezza lungo un nervo, spesso in faccia e nella mascella inferiore e raramente nelle tempie e sulla fronte;
  • Il tocco leggero provoca dolore.

Un esame odontoiatrico è in grado di escludere disturbi dentali che possono causare dolore facciale (come un ascesso dentale). Altri sintomi (come rossore o gonfiore) possono aiutare ad escludere patologie quali infezioni, fratture ossee, o artrite reumatoide. Non ci sono test specifici per le nevralgie, ma i test che possono essere effettuati per trovare la causa del dolore sono:

  • Esami del sangue per controllare la glicemia e la funzione renale;
  • Risonanza magnetica;
  • Studio di conduzione nervosa con elettromiografia;
  • Puntura lombare.

TERAPIA: L’obiettivo del trattamento è quello di invertire o controllare la causa del problema del nervo (se presente), e fornire sollievo al dolore. Il trattamento varia a seconda della causa, la posizione e la gravità del dolore e altri fattori. Anche se la causa della nevralgia non è mai identificata, la condizione può migliorare da sola o scomparire con il tempo.

La causa (se conosciuta) deve essere curata. Questo può includere un intervento chirurgico per rimuovere tumori o separare il nervo da vasi sanguigni o altre strutture che premono su di esso. Questo può essere fatto per alcuni casi di sindrome del tunnel carpale e la nevralgia del trigemino. Un rigoroso controllo degli zuccheri nel sangue può accelerare la guarigione nelle persone con diabete che sviluppano la nevralgia. I farmaci per il controllo del dolore possono includere:

  • Antidepressivi (amitriptilina, nortriptilina, duloxitine);
  • Farmaci antiepilettici (carbamazepina, gabapentin, lamotrigina o fenitoina) per il dolore da nevralgia del trigemino;
  • Analgesici leggeri (aspirina, paracetamolo o ibuprofene);
  • Analgesici stupefacenti (codeina) per il sollievo a breve termine del dolore grave (tuttavia, questi non sempre funzionano bene);
  • Creme topiche contenenti capsaicina;
  • Iniezioni locali di antidolorifici;
  • Blocco dei nervi;
  • Intervento chirurgico (come l’ablazione a radiofrequenza usando il calore, la compressione, o iniezioni di prodotti chimici) per ridurre la sensibilità nel nervo.

Purtroppo, tali procedure non garantiscono il miglioramento e possono causare la perdita della sensibilità o provocare una sensibilità anormale. Quando altri metodi non riescono, i medici possono provare la stimolazione della corteccia motoria. Un elettrodo viene posizionato sopra la corteccia sensoriale del cervello ed è collegato ad un generatore di impulsi sotto la pelle.

Curare con i farmaci antivirali può ridurre la probabilità di sviluppare nevralgia posterpetica che può essere curata con prednisone orale. La terapia fisica può essere utile per alcuni tipi di nevralgie, specialmente la nevralgia posterpetica.

PROGNOSI: La maggior parte delle nevralgie non sono pericolose per la vita e non sono segni di altre malattie mortali. Tuttavia, il dolore può essere grave. In questo caso assicurarsi di consultare uno specialista in modo da poter esplorare tutte le possibilità di trattamento. La maggior parte delle nevralgie risponderanno al trattamento. Gli attacchi di dolore in genere vanno e vengono. Tuttavia potrebbero diventare più frequenti in alcuni pazienti che invecchiano. Possibili complicazioni possono essere:

  • Complicanze della chirurgia;
  • Disabilità causata dal dolore;
  • Effetti collaterali dei farmaci;
  • Procedure chirurgiche inutili.

Contattare un medico se:

  • Si sviluppa herpes zoster;
  • Si hanno i sintomi della nevralgia, soprattutto se gli antidolorifici non alleviano il dolore;
  • C’è dolore grave.

PREVENZIONE: Curare i disturbi correlati come il diabete e l’insufficienza renale può prevenire alcune nevralgie. Un rigoroso controllo degli zuccheri nel sangue può prevenire danni ai nervi nelle persone con diabete. Nel caso di herpes zoster, ci sono alcune prove che i farmaci antivirali possono prevenire la nevralgia.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>