Dimagrire? Grazie all’alimentazione Ayurveda

di Valentina Cervelli 3

La prova costume, l’essere in forma sono tutte necessità che almeno una volta nella vita pongono una persona nella necessità di perdere peso. Tra i tanti modi, controllati ovviamente, vi è anche l’alimentazione Ayurveda.  Il fondamento di questa filosofia di nutrimento, in linea con i principi della dottrina ayurvedica, vuole rendere la digestione delle persone più eficiente e contemporaneamente favorire l’eliminazione del peso superfluo eliminando le tossine ed il cibo non metabolizzato.

Si tratta di trovare un giusto equilibrio tra le forze alle quali sottoponiamo il nostro corpo, attraverso una scelta ben calibrata degli alimenti.

Alimentazione ayurveda: come funziona

Secondo la dottrina ogni persona dovrebbe seguire una dieta adeguata alla propria costituzione imparando a distinguere gli alimenti a seconda del loro sapore (definito rasa), poiché è quest’ultimo a stabile cosa accade nel nostro organismo.   Sono sei le categorie di sapore:  dolce (madhura), salato (lavana), piccante (katu), astringente (kasaya), amaro (tikta) e acido (amla).

Questi sapori contribuiscono all’incremento delle tre forze che regolano l’organismo: eliminazione (vata),  combustione (pitta) e assimilazione (kapha). In base a tale assunto per dimagrire bisogna favorire il consumo di alimenti che stimolino le prime due forze, diminuendo ovviamente quella assimilatrice.

Alimentazione ayurveda: quali alimenti preferire

In base alla dottrina, per dimagrire, bisogna limitare gli alimenti che nutrono la forza di alimentazione, la kapha, e quindi ciò che è dolce e ciò che è salato, onde evitare l’accumulo di grassi e di ritenzione idrica. Via libera al contrario a spezie e a cibi dal sapore amaro, piccanti ed astringenti, in grado di rendere più veloce la digestione e per smaltire le calorie in eccesso.

Curcuma, zenzero, salvia e rosmarino aiutano a sciogliere i grassi ed a sedare i morsi della fame, dando modo all’organismo di perdere peso con più facilità.  Per lo stesso motivo è consigliato il consumo di legumi, carciofi e finocchi, per le loro proprietà astringenti. Limitare il consumo di pane, pasta e carne (alimenti appartenenti alla categoria dolce), secondo l’alimentazione ayurveda,  da modo di accelerare il metabolismo ed eliminare le tossine che favoriscono l’accumulo di peso.

Via libera ad erbe amare e caffè ed a prodotti acidi o fermentati come lo yogurt ed i pomodori.

Articoli Correlati:

Ayurveda, la scheda

Le erbe ayurvediche migliorano la concentrazione e la memoria

La dieta ayurvedica

Commenti (3)

  1. ho il diabete quale verdure amare sono consigliabili
    saluti
    giuseppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>