Leucemia e nuove cure mirate

di Ma.Ma. Commenta

Nuove cure mirate per il trattamento della leucemia che andranno a colpire in modo preciso alcuni meccanismi biologici che tengono in vita le cellule leucemiche, determinandone la loro morte. Di target therapy (così è stato chiamato il nuovo trattamento) si è parlato nel corso di un simposio dedicato alla leucemia linfatica cronica, organizzato da AbbVie in occasione del Congresso Sies (Società italiana di ematologia sperimentale) di Rimini.

leucemia nuove cura

Le nuove cure mirate aprono dunque un nuovo spiraglio di luce per il trattamento di una malattia che colpisce i pazienti con una età media di circa 70 anni. Buoni progressi si erano già fatti passando dalla vecchia chemio alla chemioimmunoterapia ma oggi, grazie a una nuova classe di farmaci, il trattamento della leucemia può essere migliorato. La nuova classe di farmaci è formata al momento da tre molecole – ibrutinib, idelalisib e venetoclax – in grado di bersagliare meccanismi specifici che tengono in vita le cellule leucemiche.

I risultati sono stati positivi migliorando di molto la sopravvivenza dei pazienti con questa forma di leucemia. Il venetoclax, l’ultima delle tre molecole che fanno parte della nuova target therapy, è stato approvato negli Stati Uniti e ha ottenuto pochi giorni fa il via libera del Comitato tecnico dell’Agenzia europea del farmaco. Paolo Ghia, direttore medico Programma di ricerca strategica sulla Leucemia linfatica cronica dell’Irccs San Raffaele di Milano ha affermato:

L’obiettivo resta la guarigione, ma oggi siamo in grado di misurare una risposta molto più profonda della remissione completa, ovvero quando la malattia non è più visibile con una Tac o con gli esami del sangue. Possiamo indagare il numero di cellule leucemiche residue nel sangue. Ebbene, quando troviamo meno di 1 cellula di Llc ogni 10.000 leucociti possiamo parlare di assenza di malattia minima residua. Con le nuove target therapy possiamo ottenere questa risposta

Ti potrebbe interessare anche:

LEUCEMIA, NUOVA TERAPIA ORALE EFFICACE

LEUCEMIA ACUTA, CURA CON CELLULE GENETICAMENTE MODIFICATE?

Foto | Thinkstock