Dolore alle anche: cause, sintomi e cure

di Ivan Zilla Commenta


Il dolore alle anche è un disturbo piuttosto diffuso, soprattutto tra i soggetti anziani. L’anca è la regione anatomica che collega il tronco alla coscia. L’articolazione dell’anca (in gergo medico articolazione coxofemorale) ha la funzione di unire il femore al bacino, è molto resistente, ma è tuttavia soggetta a usura. Per questo, soprattutto con il passare degli anni, il dolore alle anche può manifestarsi con facilità. In questo articolo individueremo le possibili cause di questo fastidioso disturbo, ne descriveremo i sintomi e, in ultima analisi, andremo a identificare le cure più efficaci.

Dolore alle anche: le cause

Il dolore all’anca è spesso legato all’avanzare dell’età, ma va specificato che alcune delle patologie correlate a tale disturbo possono manifestarsi anche in giovane età. Di seguito elenchiamo alcune delle cause più frequenti del dolore alle anche:

Artrite: nelle sue diverse forme (come ad esempio l’osteoartrite e l’artrite reumatoide) è forse la causa più frequente di dolore alle anche nei soggetti anziani. L’artrite è una malattia degenerativa che causa un’infiammazione dell’articolazione dell’anca. Chi soffre di questa patologia, oltre a patire un dolore talvolta molto intenso, tende a perdere nel tempo mobilità a livello articolare.

Fratture a livello dell’anca: anche le fratture rappresentano causa comune nei pazienti anziani. E’ infatti noto come, con il passare degli anni, le ossa divengono inevitabilmente più fragili e sensibili alle cadute.

Tendinite: la funzione dei tendini consiste nel collegare le ossa al tessuto muscolare. Se i tendini a livello delle anche si infiammano insorge la tendinite e quindi il dolore. I tendini, come i muscoli, possono anche lesionarsi a seguito di un’attività fisica particolarmente intensa o protratta per troppo tempo. E’ bene non sfidare troppo il nostro corpo per non doverne pagare le conseguenze.

Borsite: muscoli e tendini sono protette dagli urti da sacche di liquido di piccole dimensioni chiamate burse. Anche le burse possono infiammarsi causando dolore.

Necrosi avascolare (osteonecrosi): un disturbo che si manifesta quando, per qualche motivo, l’afflusso di sangue all’anca risulta ridotto. In questa condizione, si verifica necrosi del tessuto osseo. Le cause possono identificarsi in una frattura o una lussazione, ma anche in un uso smodato di steroidi.

Tumore alle ossa: il tumore alle ossa che si estenda anche all’anca, soprattutto in stadio avanzato, può causare dolore molto intenso.

Dolore alle anche: i sintomi

I sintomi del dolore alle anche dipendono dalla patologia che si cela dietro al disturbo. Fatta questa premessa, sappiamo che il dolore può interessare la coscia, la parte interna e la parte esterna dell’articolazione delle anche, i glutei e l’inguine.

Il dolore può divenire più intenso quando si svolgono sforzi fisici eccessivi e può essere accompagnato anche da una mobilità ridotta a livello dell’articolazione (specialmente in caso di artriti avanzate).

Dolore alle anche: le cure

A seconda della patologia correlata, il dolore all’anca deve essere trattato in modo diverso. Nel caso in cui disturbo sia molto intenso, si protragga per troppo tempo, oppure al contrario insorga improvvisamente e senza causa apparente è opportuno consultare il medico di base. Quest’ultimo, in collaborazione con gli specialisti, dovrà svolgere un’analisi attenta dei sintomi in modo da identificare con precisione le cause sottese al dolore. Solo a seguito di una diagnosi corretta, sarà possibile individuare la cura più efficace.

In caso di lesioni a carico di un muscolo o di un tendine, ma anche in caso di semplice infiammazione dei tendini (tendinite), la terapia farmacologica può rivelarsi estremamente utile. In questi casi, sono indispensabili gli antidolorifici da banco o gli antinfiammatori non steroidei come ibuprofene o naprossene.

Quando la causa del dolore è un’artrite reumatoide, è possibile tenere a bada i sintomi grazie all’assunazione di farmaci antinfiammatori vendibili su prescrizione medica o, ancora, medicinali antireumatici che contengano principi attivi quali il metotrexato e la sulfasalazina.

Al di là della terapia con i farmaci, è possibile alleviare il dolore alle anche, praticando alcuni sport a basso impatto come il nuoto, lo stretching o il jogging leggero. Vi sono inoltre esercizi mirati, utili per rallentare la progressione delle patologie ossee degenerative ed incrementare flessibilità e mobilità articolare.

Tra i rimedi meno invasivi, gli esperti suggeriscono anche di applicare un impacco di giaccio sulla zona dolorante per alcuni minuti due o tre volte al giorno e di stare a riposo il più possibile fino alla regressione dei sintomi.

Potrebbero interessarti:
Dolore al ginocchio, tra le cause anche la scrivania
Per i dolori alle ossa fate acquagym
Foto:thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>