Nefrite da iga, fare sport è pericoloso?

di Cinzia Iannaccio 0

Richiesta di Consulto Medico
Ho questa patologia dal 1995, nefrite da iga, in tratttamento con delle dosi minime di cortisone 2,5 mlg. al gg: è sotto controllo con ottimi risultati. Sono uno sportivo ed in particolare faccio il podista con svolgimento di alcune maratone, volevo sapere se lo sforzo fisico aggrava la malattia, se puo danneggiare la funzionalità renale?Grazie e saluti”.

Specializzazione Ortopedia e Medicina dello Sport
Tipo di Problema: nefreite da IGA PROTEINURIA 24 0RE 1890, NON SEMPRE, sono un podista amatoriale e volevo sapere se lo sforzo fisico puo’ causare una proteinuria fuori dalla norma, e quindi se devo smettere di svolgere questo sport? Cosa mi può dire?

Risponde il professor Francesco Bizzarri specialista in ortopedia e traumatologia, medico dello sport, dipendente dell’Università di L’Aquila e presidente nazionale della Società Italiana di Ginnastica Medica. Per contatti diretti: [email protected] o al cellulare 338/5665050

“Egregio signore, assolutamente no, fermo restando che deve farsi sempre controllare sia da un nefrologo che dal suo centro di Medicina dello sport.Saluti F.Bizzarri”.

>> Leggi tutte le risposte del Dottor Francesco Bizzarri

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post su argomenti similari:

Nefropatia da IgA

Nefrite

Proteinuria alta, esame urine: valori, cause e cosa fare

Corsa e walking: programma settimanale da seguire

Runners: consigli per cominciare a correre

Andare a correre per rimettersi in forma: 7 consigli

 

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:

non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>